Cop24 sul clima, network ong: “E’ mancata la volontà politica”

Cop24 sul clima, network ong: “E’ mancata la volontà politica”

I governi "non hanno risposto con la volontà politica di affrontare l'urgenza della crisi climatica come sollecitato recentemente dalla scienza"

cambiamenti climatici

I governi “non hanno risposto con la volontà politica di affrontare l’urgenza della crisi climatica come sollecitato recentemente dalla scienza”. Così in una nota il Climate Action Network (Can) che raggruppa oltre 1.300 ong in 120 Paesi del mondo puntando l’indice contro “gli Stati Uniti e una manciata di nazioni canaglia come l’Arabia Saudita che hanno cercato di interrompere il processo, ma troppi paesi sono venuti impreparati” alla Cop24 “e hanno scelto di rimanere ai margini. I paesi devono sostenere il peso delle loro decisioni e riconoscere la loro mancanza di leadership per sostenere i paesi più vulnerabili, che si sono impegnati a raggiungere obiettivi climatici più forti entro il 2020″.

La presenza “prepotente dell’industria dei combustibili fossili combinata con una debole presidenza polacca ha gettato un’ombra su questi negoziati”, prosegue Can rilevando che “non sono state stabilite regole per i mercati del carbonio dopo il 2020″.

Anche i requisiti contabili “più basilari ed essenziali non sono stati concordati, come evitare il doppio conteggio delle riduzioni delle emissioni” e quindi si è deciso di rinviare l’intera serie di norme relative all’articolo 6 dell’Accordo di Parigi alla Cop25. I paesi sviluppati “sono ancora largamente liberi di decidere come finanziare per raggiungere l’obiettivo di 100 miliardi di dollari all’anno entro il 2020”.

Mentre questi colloqui hanno visto stanziamenti finanziari al Fondo verde per il clima (GCF), al Fondo Paesi meno sviluppati – e per la prima volta gli impegni del Fondo di adattamento hanno superato la soglia dei 100 milioni di dollari – “le nazioni ricche devono offrire piu’ ampi finanziamenti che infonderanno fiducia nei paesi in via di sviluppo per attuare i piani climatici nazionali”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...