Influenza: curarla con la regola delle 3R

Influenza: curarla con la regola delle 3R

Nell’intestino risiede il 75% del sistema immunitario, un ecosistema complesso di cui prendersi cura attraverso la regola delle 3R (Ripulire, Riparare, Ripopolare), in particolare in vista della stagione invernale

L’influenza (e le sindromi parainfluenzali) sono alle porte, ma cosa c’entra questo con l’intestino? È presto detto: questo organo ospita due terzi del totale delle cellule immunitarie. Prendersi cura del suo benessere, quindi, è fondamentale, a maggior ragione in vista della stagione invernale. “Inondarlo” di fermenti lattici, però, non basta. Con 3semplici azioni è possibile cambiare radicalmente le condizioni di benessere dell’intero organismo: queste azioni costituiscono la regola delle 3R.

La regola delle 3R rappresenta un metodo semplice e fisiologico per garantire il benessere intestinale:

  • la prima cosa da fare è Rimuovere: è fondamentale ripulire il tratto digerente dagli agenti che causano infiammazione a livello della mucosa, le pareti dell’intestino, rimuovendo quindi solo le sostanze tossiche, senza intaccare il delicato equilibrio della flora batterica intestinale;
  • successivamente occorre Riparare, vale a dire contribuire al naturale ripristino dell’integrità della mucosaintestinale, anche grazie ad una corretta alimentazione coadiuvata dall’utilizzo di integratori alimentari quando necessario;
  • infine, si può Ripopolare: ora l’habitat intestinale è pronto per accogliere una carica di batteri benefici grazie a prodotti probiotici e prebiotici specifici.

Oltre al virus dell’influenza vera e propria, ogni anno abbiamo a che fare anche con oltre 250 diversi tipi di virus, cosiddetti parainfluenzali, responsabili di tutte quelle forme sintomatologiche simili alla sindrome influenzale – afferma la Dott.ssa Tiziana Semplici, medico chirurgo, specialista in gastroenterologia e nutrizione, esperta in omotossicologia – Alimentarsi in modo sano e condurre uno stile di vita sano è alla base di tutto – continua la Dott.ssa Semplici – ma agire a livello del tratto gastrointestinale, preservando o ristabilendo la sua integrità, equivale a prevenire o curare alterazioni patologiche tanto locali quanto sistemiche”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...