Maltempo Bologna, l’appello pro-riders: “Non ordinate con la neve”

Maltempo Bologna, l’appello pro-riders: “Non ordinate con la neve”

Stop alle ordinazioni di cibo a domicilio quando le condizioni meteo, come per la nevicata di ieri sera, mettono in pericolo i riders

Stop alle ordinazioni di cibo a domicilio quando le condizioni meteo, come per la nevicata di ieri sera, mettono in pericolo i riders.

Al via a Bologna l’appello nei confronti dei consumatori affinché, di fatto, sospendano la richiesta del servizio anche in quelle piattaforme che a differenza di Mymenu-Sgnam hanno continuato ad accettare ordinazioni nonostante il maltempo.

Ai clienti si è rivolto ieri sera il gruppo Riders Union e la stessa cosa ha fatto l’assessore al Lavoro, Marco Lombardo, il cui post su Facebook è stato rilanciato anche dal sindaco Virginio Merola, che ha contestualmente scritto sulla propria pagina: “Consegne sospese stasera (ieri, ndr) a causa della neve per i lavoratori di Sgnam-Mymenu, come prescrive la Carta che abbiamo firmato a maggio”.

Sempre durante la serata “tremendamente pericolosa” di ieri, poi, anche Federico Martelloni di Coalizione civica si è rivolto ai consumatori: “Godetevi pure Bologna sotto la neve ma, finche’ nevica, non ordinate cibo a domicilio. Le piattaforme non firmatarie della Carta dei diritti fanno lavorare i riders, ma i pericoli per la salute e sicurezza sul lavoro sono davvero troppi”. E oggi il tema ha trovato spazio anche in Consiglio comunale. “E’ giusto che continuiamo a dire ai cittadini di non prenotare cibo per le consegne a casa quando nevica”, afferma Vinicio Zanetti (Pd): “Ne va della sicurezza delle persone che svolgono questo lavoro”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...