Parte in Puglia il primo corso professionalizzante per diventare Guida Ambientale Escursionistica

Parte in Puglia il primo corso professionalizzante per diventare Guida Ambientale Escursionistica

Domani l'inaugurazione del Primo Corso in Puglia per diventare Guida Ambientale Escursionistica

Anche in Puglia aumenta la domanda di Turismo Ambientale. Domani al via nella nostra regione il Primo Corso professionalizzante per diventare Guida Ambientale Escursionistica. Abbiamo registrato un’ottima partecipazione. Oramai sempre più giovani vogliono intraprendere questa carriera anche nel territorio pugliese”: lo ha annunciato ora Giuseppe Flore, Coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche della Puglia e Consigliere Nazionale AIGAE.

L’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche (AIGAE) è la più importante Associazione Professionale di categoria delle Guide Ambientali in Italia contando oltre 3000 soci diffusi in tutte le regioni italiane ed è inserita nell’elenco ricognitivo tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della legge 4/2013. È Guida Ambientale Escursionistica o Guida Naturalistica chi, per attività professionale, accompagna in sicurezza, a piedi o con altro mezzo di locomozione non a motore, persone singole o gruppi in ambienti naturaliha proseguito Flore – ed anche innevati, assicurando la necessaria assistenza tecnica e svolgendo attività di didattica, educazione, interpretazione e divulgazione ambientale ed educazione alla sostenibilità.
L’attività professionale della Guida Ambientale Escursionistica prevede la descrizione, la spiegazione e l’illustrazione degli aspetti ambientali, naturalistici, antropologici e culturali del territorio con connotazioni scientifico-culturali, conducendo in visita ad ambienti montani, collinari, di pianura e acquatici, anche antropizzati, compresi parchi ed aree protette, nonché ambienti o strutture espositive di carattere naturalistico, ecoambientale, etnologico ed ecologico, allo scopo di illustrarne gli elementi, le caratteristiche, i rapporti ecologici, il legame con la storia e le tradizioni culturali ed enogastronomiche, le attrattive paesaggistiche, e di fornire elementi di sostenibilità e di educazione ambientale. L’attività professionale della Guida Ambientale Escursionistica prevede inoltre la progettazione, programmazione e svolgimento di laboratori ed iniziative di didattica, educazione, interpretazione e divulgazione ambientale in ambito scolastico.
Sono escluse dall’ambito professionale della Guida Ambientale Escursionistica tutte le attività e i percorsi che richiedano comunque l’uso di attrezzature e di tecniche alpinistiche, cioè corda, piccozza e ramponi”.

Dalla Geologia alla Botanica saranno tante le materie che le aspiranti guide dovranno studiare facendo anche esperienza dal vivo, sul campo.
Inaugurazione del Primo Corso Professionalizzante in Puglia, domani ad Ostuni, ore 9 e 30, presso la Biblioteca Comunale. Inaugurazione in grande stile con i massimi rappresentanti del Comune, del Parco Regionale Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, della Riserva di Torre Guaceto, di Legambiente, del WWF, di AIGAE. “Ci saranno anche molte testimonianze e storie dal vivo di Guide che già operano sul territorio – ha continuato Flore – le quali illustreranno progetti di valorizzazione del territorio che sono già in essere. Gianfranco Ciola, Direttore del Parco Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, illustrerà la storia, la natura e le tradizioni di quel territorio. Nino Martino, Direttore Tecnico di Aigae, presenterà il Corso, il funzionamento, lo statuto di AIGAE ed il Codice Deontologico. Alessandro Ciccolella, Direttore della Riserva Naturale e Area Marina Protetta di Torre Guaceto, si soffermerà sulla biodiversità tra Terra e Mare. Abbiamo un grande Corso in Puglia che mette in rete Parchi, Riserve Naturali, nel caso specifico Comune di Ostuni, Parco Regionale Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, Riserva di Torre Guaceto, Legambiente, WWF, AIGAE, AIDAP che è l’Associazione Italiana Direttori Aree Protette. Tutti insieme per il territorio”.

Ben 300 ore fino a fine Marzo 2019
Il corso professionalizzante sarà suddiviso in due aree tematiche per un totale di 300 ore. Avremo l’Area Tecnico – Professionale basata sullo studio di informazioni e strumenti riguardanti il “saper fare”. Ci sarà poi l’Area Scientifica – ha continuato Flore – con lo studio di materie quali la Geologia, l’ Ecologia, la Botanica, la Zoologia. Gli allievi verranno comunque invitati ad approfondire anche autonomamente queste tematiche, che per la loro complessità e ampiezza non possono essere riassunte in un corso professionale.”

Riconosciuta dalle norme europee
Non siamo solo accompagnatori ma vere sentinelle e “pittori” del territorio. La nostra è una figura professionale molto importante perché andiamo anche a riportare gente nei borghi che rischiano lo spopolamento. La professione di Guida Ambientale Escursionistica è riconosciuta a livello europeo
La professione della GAE è riconosciuta a livello europeo, tramite l’adozione del regolamento ISCO- 08 avvenuta con il Regolamento (CE) n. 1022/2009 del 29 ottobre 2009 della Commissione2 che modifica i regolamenti (CE) n. 1738/2005, (CE) n. 698/2006 e (CE) n. 377/2008 per quanto riguarda la classificazione internazionale tipo delle professioni (ISCO).
Il profilo professionale della GAE o Guida Naturalistica è altresì definito e descritto dallo stesso Ministero del Lavoro e delle politiche sociali tramite l’Isfol, Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori, ed è altresì considerato e descritto dall’ISTAT, sempre quale profilo professionale distinto dalla guida turistica sulla base della International Standard Classification of Occupations – Isco085; la stessa fonte recepita dalla Unione Europea quale classificazione ufficiale delle professioni”.

Perché l’Italia è il Paese della Bellezza. Ben 7500 km di coste, terzo al mondo per Geoparchi, secondo per biodiversità. Ben 24 Parchi Nazionali
L’Italia è il Paese della bellezza diffusa. Andiamo in ogni luogo d’Italia dove ci siano parchi e riserve, comuni e altre amministrazioni che ci accolgano per sviluppare il turismo sostenibile – ha concluso Nino Martino, Direttore Tecnico dell’Aigae – e le attività professionale Outdoor. Oggi ci sono molte realtà professionali in movimento per rafforzare la capacità italiana di fare turismo di esperienza. Le guide ambientali Escursionistiche sono il cuore di un turismo lento, dolce, tra uomo natura e cultura”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...