Vaccini: primo siero portato da un drone a un bimbo in un’isola...

Vaccini: primo siero portato da un drone a un bimbo in un’isola di Vanuatu

Primo vaccino al mondo portato da un drone a un bambino in un'isola del Pacifico

Vaccini

Primo vaccino al mondo portato da un drone a un bambino in un’isola del Pacifico. L’Unicef ha annunciato che Joy Nowai, un bimbo di un mese, è diventato il primo piccolo al mondo a cui è stato consegnato un vaccino da un drone in un’isola remota a Vanuatu, paese nel Pacifico del Sud.

Il drone ha percorso circa 40 chilometri di un aspro terreno montagnoso, da Dillon’s Bay, nella zona a ovest dell’isola, fino a quella orientale nella remota Cook’s Bay, dove 13 bambini e 5 donne in stato di gravidanza sono state vaccinate da Miriam Nampil, un’infermiera abilitata. Cook’s Bay, una piccola comunità che non ha un centro medico o elettricità, è accessibile soltanto a piedi o con piccole barche locali.

“Il piccolo volo del drone di oggi è un grande salto per la salute globale”, ha dichiarato Henrietta H. Fore, direttore generale dell’Unicef. “Con il mondo che combatte ancora per vaccinare i bambini più difficili da raggiungere, la tecnologia dei droni può essere un punto di svolta per superare l’ultimo miglio per raggiungere tutti i bambini”. I vaccini sono infatti difficili da trasportare, visto che devono rimanere a temperature specifiche. Località con un clima caldo, come Vanuatu, che è composta da oltre 80 isole remote e montagnose che si estendono lungo 1.300 chilometri e con strade limitate, rappresentano una sfida. Come risultato, circa il 20% dei bambini del paese – 1 su 5 – non riceve i vaccini essenziali per l’infanzia.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...