Terremoto Belice, il sindaco Partanna: “Ricostruzione ancora incompleta”

Terremoto Belice, il sindaco Partanna: “Ricostruzione ancora incompleta”

"Ad oggi non si registra alcun passo avanti nel completamento della ricostruzione nonostante rassicurazioni e assunzioni di impegno da parte delle istituzioni"

terremoto Belice 14 gennaio 1968

“Ad oggi non si registra alcun passo avanti nel completamento della ricostruzione nonostante rassicurazioni e assunzioni di impegno da parte delle istituzioni”. Lo dice Nicolò Catania, primo cittadino di Partanna e coordinatore dei sindaci della Valle del Belìce, in occasione del 51esimo anniversario del sisma che ricorrera’ fra pochi giorni e che lo scorso anno ha visto la presenza alla commemorazione anche del Capo dello Stato Sergio Mattarella.

“Sebbene il coordinamento dei sindaci – aggiunge Catania – abbia perseguito con costanza l’obiettivo di ricostruire l’identita’ territoriale cercando di contribuire allo sviluppo economico dei centri colpiti, la situazione e’ a un punto di stallo e a nulla sono valsi gli energici tentativi di trovare soluzioni emendative, prontamente predisposte e inoltrate dal coordinamento all’attuale governo nazionale gia’ dal suo insediamento”. Per ricordare il sisma gli enti locali del comprensorio belicino hanno predisposto iniziative che si terranno a partire da domani.

Si parte da Poggioreale e si prosegue con Montevago, Santa Ninfa e Menfi. Doppia manifestazione il 14 gennaio: la mattina a Salaparuta e il pomeriggio a Gibellina. Si chiudera’ il 26 gennaio a Sambuca di Sicilia dove per l’occasione, alle 17, l’arcivescovo di Agrigento Francesco Montenegro presiedera’ la messa per la riapertura al culto della chiesa Madre.

Valuta questo articolo

Rating: 1.0/5. From 1 vote.
Please wait...