Bibite gassate dopo corsa o attività fisica? Sono un pericolo per i...

Bibite gassate dopo corsa o attività fisica? Sono un pericolo per i reni

Dopo la corsetta o un intenso esercizio fisico si sente il bisogno di rinfrescare il corpo magari attraverso l'assunzione di bibite gassate, tuttavia queste possono danneggiare ai reni

Dopo la corsetta o un intenso esercizio fisico si sente il bisogno di rinfrescare il corpo magari attraverso l’assunzione di bibite gassate, tuttavia queste possono danneggiare ai reni. A mettere in guardia è uno studio pubblicato sull‘American Journal of Physiology-Regulatory, Integrative and Comparative Physiology.

Già additate per il loro ruolo potenziale nell’obesità e nel diabete, i soft drink, o bibite analcoliche a base di soda e ad alto contenuto di fruttosio, avrebbero quindi un rischio aggiuntivo per la salute.

I ricercatori dell’Università di Buffalo a New York hanno voluto verificare l’ipotesi che consumarle dopo l’esercizio fisico possa provocare un calo del flusso sanguigno attraverso i reni, potenzialmente pericoloso.

Per indagare, hanno reclutato 12 adulti sani e in forma fisica con un’età media di 24 anni, e hanno fatto svolgere loro 45 minuti di attività fisica sul tapis roulant. Alla metà di loro il team ha fornito a una bevanda analcolica ad alto contenuto di fruttosio e all’altra metà dell’acqua.

Quindi hanno ripetuto il ciclo per quattro volte. Prima, immediatamente dopo e 24 ore dopo la sessione, gli scienziati hanno misurato una serie di parametri: come previsto, nei partecipanti che avevano consumato le bevande analcoliche, erano presenti entrambi i biomarcatori indice di un danno renale acuto. Inoltre gli stessi risultavano anche leggermente disidratati e avevano livelli più elevati di vasopressina, un ormone antidiuretico che aumenta la pressione sanguigna.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...