Salute, carni sostenibili sulla dieta Eat-Lancet: “Snatura quella Mediterranea”

Salute, carni sostenibili sulla dieta Eat-Lancet: “Snatura quella Mediterranea”

Un'arma di "distrazione di massa", che "attacca i principi di base della nostra dieta mediterranea e mina le scelte alimentari personali"

dieta mediterranea ipocalorica perdita peso

Un’arma di “distrazione di massa”, che “attacca i principi di base della nostra dieta mediterranea e mina le scelte alimentari personali”. A bollare così la ‘dieta universale’ amica della salute dell’uomo e del pianeta presentata oggi dalla commissione Eat-Lancet, è Giuseppe Pulina, presidente di Carni sostenibili.

“Il report, presentato come l’ultima avanguardia della scienza nella divulgazione di stili di vita sani e sostenibili, non rappresenta che una quota esigua di esperti: i ricercatori coinvolti, pur essendo in alcuni casi autorevoli, non possono infatti definirsi come ‘la comunità scientifica'”.

“Prima della pubblicazione di questo report – afferma Pulina – The Lancet avrebbe dovuto sottoporlo all’esame della comunità scientifica internazionale, compresa quella degli zootecnici, dei nutrizionisti e dei climatologi, che avrebbero potuto offrire il proprio contributo ai risultati: la scienza è scambio e terreno di conoscenza, non uno sterile scontro fra fazioni”.

“Prima di abbandonare la propria dieta tradizionale per seguire pericolosi regimi alimentari, è giusto far sapere agli italiani che non serve che cambino il loro modello alimentare, anche perché consumano già un quantitativo di carne molto più basso rispetto alla maggior parte delle nazioni prese in esame dalla commissione Eat”, continua Pulina.

Secondo l’associazione, “il consumo reale di carne rossa (bovina e suina) e salumi in Italia, si attesta a 69 g al giorno pro-capite, di cui 24,8 g per la sola carne bovina, ben al di sotto dei 100 g al giorno indicati da Oms/Iarc quale soglia di rischio per la salute”. Inoltre se l’obiettivo del Comitato è tutelare la salute delle persone e anche dell’ambiente, il rischio, rileva Carni sostenibili, è quello di creare profonde disparità sociali.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...