I gamberi sono il futuro dell’ecologia nell’industria tessile

I gamberi sono il futuro dell’ecologia nell’industria tessile

Un'azienda made in Italy sta rivoluzionando l'industria tessile in chiave ecologica, il suo cavallo di battaglia è un polimero estratto dai gamberi

tessuti-candiani-stoffa-denim

Si chiama Candiani ed è una realtà tutta made in Italy, l’azienda del tessile in chiave ecologica che si è guadagnata l’appellativo di “The greenest mill in the blue world” (letteralmente “La fabbrica più verde nel mondo del blu”, chiaro riferimento alla loro specializzazione nel settore della produzione di denim).

La sua specialità, infatti, è l’adozione di tecnologie produttive che abbiano un occhio di riguardo verso l’ambiente.
Tra le tante tecnologie applicate, spicca sicuramente il brevetto Kitotex®, sviluppato dal dipartimento CanepaEvolution della Canepa SpA: un innovativo polimero biodegradabile che l’azienda impiega nel processo di tintura e che consente un risparmio energetico del 30%, un risparmio del volume di acqua impiegata pari al 50% e una riduzione del 70% nell’utilizzo di sostanze chimiche.

crostacei-chitosano-chitosan-kitotex
Struttura del chitosano

Ma la vera particolarità di questa tecnologia sta nella sua provenienza: è proprio dall’esoscheletro di gamberi e crostacei, allevati nel Sud Est Asiatico e scarto dell’industria alimentare, che si ricava il chitosano, una sostanza organica atossica, biocompatibile e biodegradabile.
Kitotex® è in grado di sostituire l’alcool polivinilico (PVA) e altre sostanze pericolose e inquinanti, e ciò abbatte notevolmente l’impatto ambientale, riducendo la necessità di lavaggi intensi e ad alte temperature.
La sostanza, come abbiamo già visto, è completamente biodegradabile, ma ha un’ulteriore vantaggio ecologico: a conclusione del processo di produzione ha anche la funzione di purificare l’acqua impiegata, ai fini dello smaltimento.
Il polimero è stato approvato anche dalla Food & Drug Administration americana poiché, durante il processo di estrazione, tutte le proteine vengono rimosse in modo da escludere qualsiasi minaccia di reazione allergica.
I tessuti, grazie alla tecnologia sviluppata da Candiani, acquisiscono così le caratteristiche di batteriostaticità, che prevengono la proliferazione batterica, e l’effetto anti-acaro e antistatico, importanti per migliorare l’igiene e prevenire l’allergene della polvere.

Per potenziare ulteriormente gli standard di produzione sostenibile, Candiani ha abbinato alla tecnologia Kitotex® una rivoluzionaria tecnica, chiamata Indigo Juice® e impiegata nella produzione di tessuto denim “effetto sbiadito”, che prevede la tintura superficiale del filato, in modo che scolorisca molto più velocemente rispetto ai trattamenti tradizionali, permettendo così una riduzione nell’utilizzo delle sostanze chimiche e un considerevole risparmio di acqua ed energia per le lavanderie.

Se Indigo Juice® viene abbinato al trattamento Kitotex®, si crea un nuovo standard per la produzione di denim sostenibile, che permette di risparmiare il 75% di acqua e il 65% di prodotti chimici.
Se poi la coppia Indigo Juice®-Kitotex® si combina con l’anniversary fabric Re-Gen, realizzata interamente con fibre rigenerate, si arriva a ottenere la produzione di un jeans con l’impiego di soli 33 litri di acqua, contro ai 2.660 litri di un jeans normale (cifra che comprende anche l’acqua usata nella coltivazione del cotone), e con soli 200 grammi di prodotti chimici, rispetto ai 700 usati normalmente.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 5 votes.
Please wait...