Malattie genetiche: arriva l’intelligenza artificiale in grado di riconoscerle con ‘uno sguardo’

Malattie genetiche: arriva l’intelligenza artificiale in grado di riconoscerle con ‘uno sguardo’

Malattie genetiche: messo a punto un sistema in grado di superare la bravura dei medici più esperti

intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale è in grado di riconoscere le malattie genetiche sulla base di alcune caratteristiche del viso. Si tratta di un nuovo sistema chiamato DeepGestalt, che è stato messo a punto in tre anni nel corso dei quali è stato sperimentato su 17.000 immagini di pazienti che rappresentano più di 200 malattie, e che potrebbe aiutare a ottenere diagnosi e trattamenti precoci. Descritto sulla rivista Nature Medicine, il sistema è stato ideato dal gruppo guidato da Yaron Gurovich e Karen Gripp, dell’azienda americana Fdna, che si occupa di intelligenza artificiale applicata all’analisi dei Big data. Le sindromi genetiche, scrivono i ricercatori, colpiscono l’8% della popolazione e molte di esse hanno caratteristiche facciali riconoscibili, tanto che recenti studi hanno dimostrato che le tecnologie di analisi facciale possono fornire informazioni utili per mettere a punto le diagnosi.

intelligenza artificialeLa nota dolente di queste tecnologie sta nel fatto che riescono a identificare un numero ancora molto limitato di malattie. Per questa ragione il sistema DeepGestalt viene considerato “una svolta molto attesa nella genetica medica“, ha affermato Gripp. “Con questo studio – ha proseguito – abbiamo dimostrato che l’aggiunta di un sistema di analisi facciale automatizzato al lavoro clinico puo’ aiutare a ottenere diagnosi e trattamenti precoci e migliorare la qualita’ della vita di questi pazienti“. Per ottenere il sistema, i ricercatori hanno allenato gli algoritmi di intelligenza artificiale su immagini contenute in un archivio, nel quale i medici avevano caricato le foto dei volti dei pazienti, e ne hanno testato le prestazioni con due esperimenti indipendenti. Dopo aver analizzato le foto, per ciascuna immagine, l’Intelligenza Artificiale ha proposto un elenco di potenziali sindromi genetiche e poi ha ristretto il campo, riconoscendo la malattia il 90% delle volte. In tre casi, il sistema è riuscito a riconoscere malattie che gli esperti non erano riusciti a identificare sulla base delle caratteristiche del volto.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...