Maxitamponamento per gelicidio in Trentino, almeno 50 veicoli coinvolti: numerosi feriti, chiusa...

Maxitamponamento per gelicidio in Trentino, almeno 50 veicoli coinvolti: numerosi feriti, chiusa la SS47 Valsugana

Maxitamponamento sulla SS47 Valsugana: la causa degli incidenti sarebbe con molta probabilità il ghiaccio, che ha tradito automobilisti e camionisti

maxitamponamento valsugana

La SS47 Valsugana è chiusa al traffico tra le località di Primolano (Vicenza) e Grigno (Trento) a causa di un tamponamento che ha coinvolto una cinquantina di veicoli, tra automobili e mezzi pesanti.
Deviazioni sulla viabilità alternativa sono state disposte in entrambi i sensi di marcia.

All’origine dell’incidente ci sarebbe il “gelicidio“, la pioggia che quando tocca il terreno freddo si ghiaccia: ha tradito automobilisti e camionisti, i cui mezzi hanno tamponato o sono usciti fuori strada.
Sul posto i carabinieri di Borgo Valsugana e la polizia locale di Bassano.
I feriti risultano sedici: sei sono stati portati all’ospedale di Feltre (Belluno), e si tratta di un giovane di 21 anni, uno di 19, uno di 29 e una di 20, non in pericolo di vita, una giovane di 25 anni e una donna di 41 anni, che i sanitari riferiscono a rischio. Altri sei feriti sono stati trasportati all’ospedale di Borgo, in Trentino. Si tratta di un uomo di 36 anni, uno di 57 anni, una donna di 57 anni, una giovane di 25 anni, un giovane di 26 anni e una sesta persona di cui non e’ nota l’eta’, nessuno segnalato a rischio. All’ospedale di Trento sono stati inviati una donna di 34 anni, una giovane di 25 anni e un’altra donna di 36 anni, quest’ultima definita a rischio, cosi’ come un altro uomo

Il gelicidio è una precipitazione ghiacciata ben differente da neve e grandine: si tratta proprio letteralmente di pioggia congelata, tanto che in inglese si dice freezing rain. E’ provocato dal fenomeno della sopraffusione, cioè la presenza di strati d’aria calda in quota mentre al suolo fa ancora freddo.
Così nell’atmosfera i fiocchi di neve si sciolgono alle alte quote dove trovano l’aria calda e diventano pioggia, ma poi quando stanno per toccare il suolo si congelano nuovamente perché le temperature ai bassi strati rimangono fredde e localmente sottozero. Il gelicidio quando arriva al suolo forma uno strato di ghiaccio trasparente, omogeneo, liscio e molto scivoloso, racchiudendo i rami degli alberi, gli arbusti, gli steli dell’erba, i cavi elettrici all’interno di un involucro assai duro di acqua cristallizzata e trasparente.
Il gelicidio, a causa del peso del ghiaccio, è un fenomeno molto pericoloso e causa numerosi disservizi dato che può provocare la caduta di rami anche di grande spessore nonché la rottura di cavi elettrici, con conseguente interruzione dell’illuminazione pubblica, problemi alle comunicazioni telefoniche e alla circolazione per il fondo stradale scivoloso.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...