Ordigno bellico rinvenuto ad Ancona: domani evacuazione di 12mila persone, servizi sospesi

Ordigno bellico rinvenuto ad Ancona: domani evacuazione di 12mila persone, servizi sospesi

Un ordigno bellico è stato rinvenuto il 17 ottobre scorso ad Ancona: domani le operazioni di rimozione

Ad Ancona domani saranno circa 12mila gli abitanti evacuati, secondo il piano predisposto della prefettura, per consentire agli artificieri di rimuovere un ordigno bellico rinvenuto il 17 ottobre scorso.

Le operazioni sono state affidate al Genio ferrovieri dell’esercito di stanza a Castel Maggiore (Bologna) su disposizione del Comando Forze Operative Nord di Padova: si dovrebbe iniziare a lavorare al disinnesco intorno alle 9, contermine previsto alle 19. L’evacuazione sarà segnalata dal suono delle sirene dei mezzi di soccorso e interesserà tutti gli edifici e le strade entro un raggio di 800 metri dall’area in cui si trova la bomba.
I cittadini interessati dovranno obbligatoriamente allontanarsi dalla “zona rossa” entro e non oltre le 8 di domani
L’area comprende anche la stazione ferroviaria, gli spazi portuali, i ristoranti e luoghi di interesse culturale e turistico: i servizi verranno tutti interrotti fino alla cessazione dell’allarme.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...