Terremoto di oggi a Ravenna, vertice Istituzioni-Protezione Civile: “In Emilia-Romagna il sistema...

Terremoto di oggi a Ravenna, vertice Istituzioni-Protezione Civile: “In Emilia-Romagna il sistema è forte”

Tanta paura ma nessuna conseguenza per la popolazione dopo il terremoto di questa notte a Ravenna di magnitudo 4.6

terremoto ravenna romagna

Tanta paura ma nessuna conseguenza per la popolazione dopo il terremoto di questa notte a Ravenna di magnitudo 4.6. La conferma arriva anche dal vertice, appena concluso, tra il capo del dipartimento nazionale di Protezione civile, Angelo Borrelli; l’assessore alla Protezione civile della Regione Emilia-Romagna, Paola Gazzolo; il sindaco della città, Michele De Pascale; quello di Cervia, Luca Coffari; il prefetto, Enrico Caterino; il direttore dell’Agenzia regionale di protezione civile, Maurizio Mainetti e le strutture operative.

Incontro che si è tenuto nella sede della Prefettura di Ravenna per fare il punto della situazione. Sulla gestione dell’emergenza Borrelli, che ha portato il ringraziamento e la vicinanza del dipartimento nazionale di Protezione civile, ha sottolineato: ”Ha fatto bene il sindaco a chiudere le 90 scuole della città per permettere le verifiche adeguate. E la cittadinanza ha dimostrato di capire”.

“Questi eventi -ha concluso- ci devono spingere, da un lato, a puntare sempre di più sulla pianificazione della Protezione civile e sull’allertamento diretto dei cittadini; dall’altro, a investire sulla conoscenza del rischio e sulla qualità delle strutture”

Il sindaco De Pascale, a sua volta, ha ringraziato Borrelli a nome di tutta la città e della comunità provinciale: ”La sua presenza qui è una gratificazione per chi ha lavorato senza sosta. C’è stata tanta paura, ma la risposta dei cittadini è stata eccezionale, perché non c’è stato panico e si sono rivolti alle autorità”. “Abbiamo lavorato molto sull’ informazione ai cittadini -ha concluso- perché le notizie arrivassero a tutti, indicando anche le buone pratiche in caso di terremoto”.

”C’è stata una perfetta sinergia sul territorio e con la Regione- ha sottolineato infine l’assessore Gazzolo che ha portato anche il saluto e la vicinanza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, collegato via telefono -. Anche vari Comuni colpiti dal sisma dell’Italia Centrale, a cui l’Emilia-Romagna ha portato soccorso, mi hanno chiamata per esprimere solidarietà. Ringrazio la Prefettura, i sindaci, l’Agenzia regionale di Protezione civile e tutti gli enti che da subito si sono messi al lavoro insieme”.

“Abbiamo avuto ancora una volta la conferma che in Emilia-Romagna il sistema di Protezione civile è forte perché capace di mettere in atto grande gioco di squadra dove ciascuno fa la sua parte – ha concluso Gazzolo -. Nella nostra regione si investe molto per diffondere una cultura di autoprotezione e la reazione dei cittadini alla scossa dimostra i risultati raggiunti in termini di conoscenza del rischio e sensibilizzazione ai comportamenti corretti”.

Nella giornata di oggi sono state chiuse le scuole della città mentre le lezioni si sono svolte regolarmente negli altri comuni della provincia. Sono state circa 40 le segnalazioni arrivate ai Vigili del fuoco senza particolari criticità e nessuna ha comportato l’inagibilità degli edifici. Circa 70 gli interventi realizzati. Neanche da Acer sono arrivate segnalazioni di problemi di stabilità sulle case di proprietà comunale. Intanto proseguono sopralluoghi e controlli su scuole, strade, ponti ed edifici monumentali da parte degli enti competenti.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...