Ambiente e tecnologia: ecco il robot a basso impatto energetico

Ambiente e tecnologia: ecco il robot a basso impatto energetico

Ecco il robot del futuro: produce energia pulita per alimentare i carrelli per il trasporto delle valigie in aeroporto o per lo smistamento e la distribuzione dei pacchi ordinati su Amazon

Ecco il robot del futuro: produce energia pulita per alimentare i carrelli per il trasporto delle valigie in aeroporto o per lo smistamento e la distribuzione dei pacchi ordinati su Amazon.

Si chiama Gpml (generatore di potenza magnetica lineare) e verrà esposto dalla Fast Man Service alla Fiera A&T, in programma dal 13 al 15 febbraio. E’ una delle novità della logistica 4.0 in mostra all’Oval Lingotto, con sistemi di trasporto e stoccaggio automatizzati, robot collaborativi, veicoli a guida autonoma.

Dal punto di vista estetico non è affascinante come un robot umanoide, ma è un sistema rivoluzionario capace di produrre energia basandosi sul principio dell’alternatore lineare e offre, a costi ridotti, una soluzione per alimentare i motori dei nastri sui carrelli in movimento.

I suoi segreti sono nascosti in due scatolette: un pick-up elettromagnetico e un sistema di Energy Storage. E’ di semplice installazione e manutenzione sia in apparati di nuova costruzione sia in impianti di vecchia concezione nei quali si vogliano introdurre miglioramenti in termini di efficienza energetica. I suoi segreti sono nascosti in due scatolette: un pick-up elettromagnetico e un sistema di Energy Storage. I vantaggi? Oltre al risparmio energetico, anche un clima favorevole per gli operatori, che non vengono esposti a emissioni magnetiche.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...