Arriva un master universitario per progettare l’auto del futuro

Arriva un master universitario per progettare l’auto del futuro

Formare una nuova generazione di esperti dell’automotive in grado di affrontare la sfida del momento: progettare e sviluppare sistemi intelligenti per veicoli connessi e autonomi. Con questo obiettivo nasce il Master universitario di secondo livello in Autonomous Driving and Enabling Technologies (ADBoT) su iniziativa delle Universita’ di Modena-Reggio Emilia e di Trento in collaborazione con Fiat Chrysler Automobiles, Centro Ricerche Fiat e Fondazione Bruno Kessler. Il Master, con sede amministrativa nell’ateneo di Trento, partira’ a maggio 2019 e durera’ un anno. Si terra’ in lingua inglese, prevede 1500 ore tra lezioni e tirocinio ed e’ aperto a 20 partecipanti: futuri professionisti altamente qualificati, adatti a coprire ruoli manageriali nella progettazione e nello sviluppo di sistemi intelligenti per i veicoli connessi e autonomi. E’ rivolto in particolare a laureati magistrali in Ingegneria Meccatronica, Ingegneria Informatica, Informatica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria dell’Automazione, Ingegneria delle Telecomunicazioni, Ingegneria Elettrica, Ingegneria Meccanica, Scienza e Ingegneria dei Materiali, Ingegneria Aerospaziale e Astronautica, Ingegneria Biomedica e Ingegneria Chimica.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...