La Regione Liguria diffida il Ministero dell’Ambiente su Stoppani

La Regione Liguria diffida il Ministero dell’Ambiente su Stoppani

Regione Liguria ha inviato una diffida e una messa in mora al Ministero dell'Ambiente dopo il mancato rinnovo della gestione commissariale del sito di interesse nazionale Stoppani

Regione Liguria ha inviato una diffida e una messa in mora al Ministero dell’Ambiente dopo il mancato rinnovo della gestione commissariale del sito di interesse nazionale Stoppani. Se il Governo non interverra’ “entro il 15 febbraio con un decreto legge o una legge c’e’ il pericolo che 17 kg di cromo esavalente al giorno finiscano in mare”, hanno detto il governatore Giovanni Toti e l’assessore all’Ambiente Giacomo Giampedrone stasera a Genova.

“Diffidiamo il Ministero dell’Ambiente per il mancato rinnovo del riconoscimento nazionale, piu’ volte sollecitato dagli enti locali – ha detto Toti – Lo stato di emergenza dell’ex fabbrica Stoppani scade il 15 febbraio e il Governo continua a non intervenire. Altrimenti dovremmo intervenire noi come Regione Liguria per tutelare la salute pubblica, ma sarebbe un grave inadempimento da parte del Ministero dell’Ambiente”. “Il sito ha raggiunto il 90% delle attivita’ di bonifica previste, manca il 10%”, spiega Giampedrone.

E ancora: “Il capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli ha convenuto che il rinnovo sia un atto dovuto, il cromo esavalente e’ una sostanza altamente cancerogena anche solo per pochi grammi”. Quattordici milioni di euro stanziati dal Cipe nel 2016 per la bonifica del sito sono ancora ‘fermi’. Il governatore Toti conferma che il ministro dell’Ambiente Sergio Costa “e’ stato informato. Mi auguro che gia’ oggi si sia attivato”.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...