Maltempo, difesa consumatori: “Trenitalia risarcisca i viaggiatori per i ritardi”

Maltempo, difesa consumatori: “Trenitalia risarcisca i viaggiatori per i ritardi”

"Ore di ritardi, peraltro con una grande certezza, la maggior parte dei disagi hanno una precisa localizzazione, la Calabria"

Abbiamo coscienza del fatto che quello che si è creato è stato causato dal maltempo, ma non possiamo accettare che ci siano queste condizioni nel 2019 per ciò che riguarda il traffico ferroviario“. Così in una nota il presidente nazionale dell’Unione per la difesa dei consumatori (Udicon), Denis Nesci. “Ore di ritardi, peraltro con una grande certezza, la maggior parte dei disagi hanno una precisa localizzazione, la Calabria. Ma ciò che ci ha colpito – prosegue Nesci – non sono solo i ritardi, ma il modo in cui Trenitalia si è dimostrata inappropriata a gestire una situazione come quella che si è verificata ieri, abbandonando di fatto gli utenti a loro stessi“.

Ore di ritardo, 3 nel migliore dei casi, 7 se si era coinvolti nella situazione peggiore. Questo il sabato nero delle ferrovie italiane che, a causa del maltempo, hanno dovuto sopperire a innumerevoli disagi“. Nesci chiede che ai viaggiatori danneggiati sia riconosciuto un risarcimento. Adesso il tutto si risolverà con il meraviglioso rimborso del 50% per ritardi oltre i 120 minuti? – si chiede Nesci -. Ci aspettiamo un comportamento ben diverso da Trenitalia, anche perché i nostri monitoraggi sono sempre in corso e non portano ancora nessuna buona notizia, soprattutto per le regioni del sud Italia – conclude – e ci riserveremo di utilizzare ogni strumento in nostro possesso per tutelare i consumatori, nel caso ci pervenissero ulteriori segnalazioni da parte di quegli utenti che hanno preso un treno in un Paese sviluppato e si sono ritrovati in un Paese con grandi problemi di infrastrutture”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...