Vacanze: ecco gli oggetti che è meglio non imbarcare su una nave...

Vacanze: ecco gli oggetti che è meglio non imbarcare su una nave da crociera

Crociere: ecco un piccolo vademecum con l’elenco di alcuni articoli che è meglio lasciare a casa

Il trend delle crociere è in costante aumento, anche in Italia, dove siamo già in altissima stagione di prenotazioni. Quando si programma una vacanza, la prima preoccupazione di molte persone riguarda la valigia, le cose da portare e i limiti sul bagaglio, ma se non si deve prendere un aereo per raggiungere il porto di partenza, nel caso di una crociera si ha la tranquillità di non dover pensare ai chili da non superare o alle restrizioni sui liquidi del bagaglio a mano.

Compagnie come Royal Caribbean, ad esempio, permettono a ciascun passeggero di trasportare a bordo un massimo di 90 kg. Quindi largo a vestiti per ogni occasione, prodotti per l’igiene personale e oggetti per il relax a bordo, tra libri, iPad, pc e molto altro…, ma ci sono alcune cose che possono far sorgere qualche dubbio. Si possono portare, ad esempio, il proprio ferro da stiro o il proprio asciugacapelli a bordo?

Crocierissime, il primo sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere, ha pensato di stilare un piccolo vademecum con l’elenco di alcuni articoli che è meglio lasciare a casa per non rischiare di incorrere in problemi, e di altri che invece è possibile portare con sé.

1. Piccoli elettrodomestici e oggetti elettrici
Caffettiere, bollitori d’acqua, stufette, scaldavivande, fornelletti e altri oggetti elettrici, che possono rappresentare un pericolo se lasciati incustoditi o a causa delle spine delle cabine a basso voltaggio, sono vietati, in quanto ritenuti estremamente pericolosi in caso di surriscaldamento. Ammessi, invece, rasoi e caricabatterie, tablet e computer. E il ferro da stiro? Non è consentito portarlo, ma le piastre per i capelli invece sono ammesse dalla maggior parte delle compagnie, per la gioia di molte donne che ne fanno il loro strumento di bellezza preferito. In ogni caso, sempre meglio consultare le regole di bordo su ogni nave per fugare ogni dubbio.

2. Oggetti che possono provocare un incendio
A seguito di quanto sopra, oltre ad alcuni dispositivi elettrici che potrebbero provocare un incendio, ci sono alcuni prodotti che sono totalmente proibiti, come liquidi infiammabili (compresi quelli per accendini), esplosivi, razzi, fuochi d’artificio, petardi, candele o incensi.

3. Armi, oggetti appuntiti o per l’autodifesa
Ci sono alcune cose che sono ovvie, come il divieto di salire a bordo di una nave con armi, munizioni, coltelli, pugni americani, grandi forbici, archi e frecce, o materiale di difesa personale come manette, spray al peperoncino, taser …. Ma altri divieti non sono così ovvi ed è meglio esserne al corrente: è vietato portare sulla nave anche armi giocattolo. Per quanto riguarda, invece, gli articoli per l’igiene personale come le forbicine e le lime per le unghie, nessun problema.

4. Alcuni materiali sportivi
Per gli sport più comuni da praticare a bordo, come il nuoto o la palestra, non si rischia di incappare in restrizioni. Ma molte navi nella loro vasta offerta hanno un po’ di tutto, dai campi da basket a quelli da paddle, quindi a qualcuno potrebbe venir in mente di partire con materiali sportivi che però non sono consentiti, come mazze da baseball o per il cricket, bastoni da hockey, skateboard e tavole da surf, spade da scherma o materiale di allenamento per le arti marziali. Inoltre, anche se non sono considerate oggetti per uno sport, persino le scarpe da ginnastica con sotto delle piccole rotelle, usate da molti bambini, sono bandite.

Due curiosità per chi ama le immersioni subacquee: non si possono portare bombole di ossigeno ma sono ammessi i coltelli subacquei, da dichiarare però al momento dell’imbarco. Meglio sapere prima, però, che se si decide di portarli, verranno presi in custodia dal personale della compagnia di navigazione affinché vengano utilizzati solo durante le escursioni in mare e non a terra.

5. Bevande alcoliche
Su questo punto non esiste un regolamento fisso che venga applicato da tutte le compagnie, ciascuna ha delle sue regole specifiche, soprattutto se si tratta di crociere in cui c’è un pacchetto-bevande con alcolici inclusi; le compagnie, infatti, non vogliono perdere questi “extra” consentendo ai passeggeri di acquistare bevande alcoliche durante gli scali e poi consumarle a bordo, ma si rendono conto anche che molte persone amano acquistare vini o liquori tipici delle città che visitano, per cui è molto probabile che il personale della nave “requisisca” temporaneamente le bottiglie prese come souvenir e le riconsegni agli ospiti l’ultimo giorno di viaggio. In ogni caso, Crocierissime raccomanda di chiedere sempre alla compagnia la sua politica in materia di bevande alcoliche prima di fare acquisti.

Da ricordare: le persone che infrangono le regole sul consumo di alcolici o che cercano di nascondere le loro bottiglie al personale di sicurezza o non permettono loro di controllare zaini, borse e valigie, qualora richiesto, possono essere fatte scendere dalla nave e gli può essere vietato di imbarcarsi in un altro scalo. Sono inoltre vietate droghe e altre sostanze illegali.

6. Aquiloni e non solo
È curioso, ma sono vietati a bordo anche gli aquiloni di ogni tipo, così come i giochi gonfiabili, a meno che questi oggetti non vengano forniti ai bambini dal personale di bordo e utilizzati sotto la loro sorveglianza, altrimenti vengono considerati un pericolo per la sicurezza.

7. Animali domestici
Praticamente tutte le aziende vietano animali domestici, c’è una sola eccezione che riguarda i “cani guida”, che sono considerati indispensabili, ma è necessario avvertire la compagnia con almeno 60 giorni di anticipo e fornire tutta la documentazione della persona che ne ha bisogno e dell’animale, (tessera veterinaria in regola, vaccinazioni obbligatorie in base alla meta, microchip, etc.).

Chi non può proprio rinunciare a portarsi in vacanza il proprio amico a quattro zampe ha però un’alternativa: l’ammiraglia della compagnia Cunard, la Queen Mary 2, ha addirittura un “dog master”, che si prende cura degli animali, li porta a passeggio, gli dà da mangiare cibi prelibati, li fa giocare. I padroni possono andarli a trovare quando vogliono ma non possono portarli nelle loro cabine. Al momento dell’imbarco, si riceve un pacchetto di benvenuto che include un cappottino con il logo Queen Mary 2, un frisbee con cui giocare, una medaglietta con il nome, un certificato che accredita il viaggio attraverso l’Atlantico, una foto-ritratto con i proprietari, una carta da crociera personalizzata e altri souvenir.

L’unica nota negativa è che questa crociera non è adatta a tutte le tasche. I prezzi per cane variano dai 500 a 1.000 euro. Per i gatti, tra i 1.000 e i 1.500 euro. Tra gli ospiti celebri di questa nave ci sono stati Rin-Tin-Tin, i cuccioli di Elizabeth Taylor e quelli del Duca e della Duchessa di Windsor.

Infine, alla lista degli oggetti vietati a bordo si aggiungono strumenti musicali (potrebbero disturbare), sostanze chimiche pericolose, tra cui candeggina e vernice e, se si è amanti dei droni, meglio lasciarlo a casa, non sono ammessi a bordo.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...