Clima: PEFC invita a sostenere le aree interne al Nord/Est

Clima: PEFC invita a sostenere le aree interne al Nord/Est

"Sostenere le comunita' forestali e le aree interne del NordEst, duramente colpite dai cambiamenti climatici"

Cambiamenti climatici

“Sostenere le comunita’ forestali e le aree interne del NordEst, duramente colpite dai cambiamenti climatici”. E’ questo l’appello che il PEFC Italia, associazione senza fini di lucro organo di governo nazionale del sistema di certificazione PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes), lancia per la Giornata Internazionale Foreste, che si celebra il 21 marzo.

Le foreste crescono per l’abbandono dell’agricoltura nelle aree montane marginali, ma il 2018 e’ stato un anno terribile: le foreste italiane “hanno subi’to il peggior evento atmosferico di sempre: la tempesta Vaia ha provocato enormi danni in un’area di 42.500 ettari: 494 comuni coinvolti(Veneto, Trentino-Alto Adige, Fvg e Lombardia)”.

E’ un’area dove sono concentrate foreste che producono 2/3 del legno da opera italiano e sarebbero stati abbattuti almeno tanti alberi quanti se ne tagliano normalmente in 5-7 anni. “In ogni parte del mondo il 21 marzo si festeggia la Giornata Internazionale delle Foreste e non c’e’ occasione migliore per ricordare il dramma che stanno vivendo i boschi nel nostro Paese”, dichiara Maria Cristina d’Orlando, presidente PEFC Italia.

“Da quasi 5 mesi ormai, 8,5 milioni di m3 cubi di alberi – in un’area dove se ne tagliano meno di 1,5 all’anno – giacciono a terra. Occorre tornare a una situazione di normalita’ per queste aree”. Per il PEFC “il danno e’ catastrofico: i proprietari pubblici e privati con i boschi distrutti dovranno sostenere maggiori costi di taglio ed esbosco del legname, perdita di valore del legno, programmazione da rivedere, costi del ripristino. Per questo PEFC Italia ha lanciato un progetto chiedendo alle imprese di utilizzare il legno proveniente da Vaia.

Valuta questo articolo

Rating: 3.0/5. From 2 votes.
Please wait...