Clima, Sommaruga all’Onu: “Misure incisive per la tutela dell’ambiente”

Clima, Sommaruga all’Onu: “Misure incisive per la tutela dell’ambiente”

La consigliera federale Simonetta Sommaruga, in occasione della Conferenza dell'Onu sull'ambiente a Nairobi, ha chiesto misure incisive per la tutela del suolo, dell'acqua e dell'aria

cambiamenti climatici climate change

La consigliera federale Simonetta Sommaruga, in occasione della Conferenza dell’Onu sull’ambiente a Nairobi, ha chiesto misure incisive per la tutela del suolo, dell’acqua e dell’aria, tramite un inasprimento della politica climatica a livello internazionale e regole vincolanti per la salvaguardia delle risorse naturali.

“Le sfide di protezione dell’ambiente possono essere affrontate solo congiuntamente”, indica in una nota il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle telecomunicazioni (Datec), citando Sommaruga, al suo primo intervento in qualità di ministro dell’ambiente.

Le discussioni della quarta Assemblea plenaria del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unea-4) si è orientata in particolare sull’uso parsimonioso delle risorse naturali e sulla tutela dei mari dai rifiuti plastici, ad esempio con una riduzione del consumo di questi materiali.

Secondo la consigliera federale, occorre adottare misure a livello internazionale in diversi settori – tra cui nutrizione, energia e traffico – per raggiungere gli obiettivi di politica ambientale entro il 2030. Un nuovo tema presente sull’agenda politica, sottolinea il Datec, è la geoingegneria: un esempio è l’immissione di particelle minuscole nella stratosfera che riflettono i raggi del sole, frenando il riscaldamento globale. La delegazione elvetica ha proposto un’analisi delle opportunità e dei rischi della geoingegneria, ma la richiesta non ha raccolto i necessari consensi.

La Confederazione, in collaborazione con il Messico, ha depositato un’iniziativa – che probabilmente verrà adottata domani – per l’elaborazione di principi e standard comuni per una gestione sostenibile di minerali e metalli. Inoltre, la Svizzera e diversi altri Paesi hanno promosso soluzioni più incisive per lo smaltimento di prodotti chimici e rifiuti a livello transfrontaliero. In questo ambito la delegazione elvetica ha citato le proprie esperienze con la gestione dell’amianto. Durante la visita a Nairobi Sommaruga è andata anche a visitare un’azienda di riciclaggio sotto direzione svizzera e il centro logistico globale del Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR).

Valuta questo articolo

Rating: 3.0/5. From 2 votes.
Please wait...