Categorie: ALTRE SCIENZEARTICOLI HOMEASTRONOMIANEWS

A Rainbow MagicLand arriva la “Cosmo Academy”, per andare alla scoperta dello spazio divertendosi

"Questa Accademia permetterà ai visitatori, famiglie con bambini, ma anche gruppi scolastici e gruppi estivi, di poter toccare con mano e conoscere, in modo facile, divertente e intuitivo, un po’ di più tutto quanto ci sovrasta"

Tags: Spazio

Rainbow MagicLand, la Capitale del divertimento, ha deciso di puntare dritto al cielo e portare in orbita il divertimento del Parco più grande del Centro – Sud Italia. Tutto questo sarà possibile attraverso “Cosmo Academy”, un progetto a dir poco “stellare”. L’idea di questa nuova area, sarà realizzata grazie a un’importante collaborazione tra pubblico e privato, e vede scendere in campo: Rainbow MagicLand, il genio creativo di Isia Roma Design e la consulenza scientifica di Letizia Davoli. A dimostrazione della rilevanza del progetto ne hanno parlato insieme ai protagonisti il Prof. Lorenzo Fioramonti, Viceministro del Miur e Gaudenzio Bonaldo Gregori, Country Manager Pillarstone Italy.

Prof. Lorenzo Fioramonti, Viceministro del Miur: “I parchi sono un modo per confrontarsi con il modo circostante soprattutto quando assumono un percorso specifico. Molti non lo sanno ma l’italia ha una lunga tradizione spaziale, e la scelta di questo particolare tema è molto intelligente e accattivante. Mi fa piacere che si sia creata questa sinergia importante tra un’azienda privata, che ha scelto di scommettere sul divertimento intelligente e una realtà come Isia che rende il designer immediato e facilmente comprensibile, come deve essere. L’idea di legare il divertimento dei bambini e degli adulti alla scuola, dimostra capacità di aver compreso il cambiamento, la necessità di inventare nuovi linguaggi per incuriosire. Questo è parte dei nuovi modi di fare scuola. Davvero complimenti per questa scelta coraggiosa e innovativa“.

Copyright ESA–A. Gerst, CC-BY SA 3.0 IGO

“Cosmo Academy” è per ISIA Roma Design un’opportunità importante di confrontarsi su progetti di elevata complessità e di interesse collettivo; di mostrare la metodologia e le capacità che una Istituzione storica, legata da più di 45 anni al design, può offrire in termini di creatività, ricerca, innovazione. Nel progetto saranno coinvolti gli studenti e i diplomati del biennio specialistico, formati all’interno del corso di “Design dei Sistemi” ad una visione integrata della progettazione, che tenga conto degli attori, del contesto e delle relazioni che interessano tutte le parti coinvolte. Un’importante occasione di crescita per i nostri ragazzi che si misureranno, accompagnati da docenti/professionisti e partner, come BC Progetti, con aspetti concreti e fortemente legati al territorio; un modo per entrare in contatto con l’elevata professionalità di chi si occupa quotidianamente di divulgazione scientifica, di progetti che sono all’avanguardia nella conoscenza dello spazio, contribuendo al trasferimento culturale che vogliamo, proprio per nostra mission, rendere condiviso tra i differenti attori del sistema: giovani designer, addetti ai lavori e utilizzatori del parco. Creatività, sperimentazione, ricerca e interazione avanzata con le nuove tecnologie, saranno gli elementi di progetto con i quali coinvolgere i visitatori del parco in una esperienza fortemente immersiva. Non solo divertimento ma anche esperienza conoscitiva dei temi che interessano il cosmo, le missioni e le nuove frontiere della ricerca e dell’esplorazione spaziale in grado di interessare differenti destinatari, mediante livelli di comunicazione e interazione dedicati. Con questa collaborazione ISIA Roma Design ancora una volta dimostra di essere all’avanguardia nella formazione e nella sperimentazione didattica, rimanendo ispirata dai valori storici che l’hanno generata, sempre intenta ad anticipare e prefigurare gli scenari futuri.

Aggregazione di gas granulare nello spazio

Guido Zucchi, CEO Rainbow MagicLand, con queste parole spiega alla stampa presente la rilevanza dell’ iniziativa: “già gli antichi romani avevano coniato il motto “ludendo docere”, oggi reso più “trendy” dall’espressione inglese “edu-tainment”. Entrambe non hanno nessun altro significato che “educare divertendo”. Nell’ambito del master plan di sviluppo del nuovo Rainbow MagicLand, avviato a partire da quest’anno, tra i vari obiettivi che ci siamo prefissati c’è senza dubbio quello di offrire ai nostri visitatori, non solo nuove opportunità di divertimento, ma anche nuove forme di educare divertendo. Quindi dopo aver inaugurato, ad inizio stagione, l’attrazione “Motorgiungla”, che rappresenta al meglio l’idea di insegnare ai più piccoli le regole della strada giocando, ed approfittando del fatto che il parco offre già al suo interno il Planetario più grande d’Italia e fra i più grandi in Europa, abbiamo deciso di introdurre, a partire dalla stagione 2020, una vera e propria “Cosmo Academy”. Questa Accademia permetterà ai visitatori, famiglie con bambini, ma anche gruppi scolastici e gruppi estivi, di poter toccare con mano e conoscere, in modo facile, divertente e intuitivo, un po’ di più tutto quanto ci sovrasta. Dove ci troviamo nell’universo e cosa significhi lo sforzo che l’uomo sta realizzando per spingersi sempre oltre nella scoperta dello Spazio. Nella speranza che guardare fuori possa servire anche a creare maggiore coscienza sull’importanza della salvaguardia del nostro pianeta e dell’ecosistema in cui viviamo”.

MeteoWeb
Giornale online di meteorologia e scienze del cielo e della terra

Reg. Tribunale RC, N° 12/2010
Socedit S.r.l.
P.IVA/CF 02901400800

PRIVACY