Accadde oggi: il 23 novembre 1980 il terremoto in Irpinia, una scossa violentissima cambia per sempre il volto del Sud Italia

Il terremoto dell'Irpinia del 1980 è stato uno dei più forti del Novecento in Italia

Il 23 novembre 1980, 37 anni fa, una scossa violentissima, magnitudo 6.8 (X grado della scala Mercalli) cambia per sempre il volto del Sud Italia: colpite oltre 6 milioni di persone in oltre 680 Comuni, 70 dei quali letteralmente rasi al suolo. Si contano quasi 3mila vittime, 280mila gli sfollati, oltre 360mila le abitazioni distrutte. Il sisma è stato rilevato in Irpinia a 30 km di profondità, tra le province di Avellino e Salerno.

Il terremoto dell’Irpinia del 1980 è stato uno dei più forti del Novecento in Italia: mise a nudo un enorme ritardo da parte dell’Italia in tema di protezione civile e prevenzione sismica. L’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini lanciò una dura accusa ed un invito a darsi da fare.

In alcune zone i soccorsi arrivarono solo dopo 5 lunghissimi giorni, quando ormai era troppo tardi.