Allerta Meteo: e intanto sull’Italia arriva un ciclone freddo, forte maltempo e tanta neve al Centro/Sud nelle prossime ore [MAPPE e DETTAGLI]

Allerta Meteo, forte maltempo su gran parte d'Italia tra oggi pomeriggio e domani: abbondanti nevicate sull'Appennino fino a bassa quota. Nuova tempesta tra Giovedì 22 e Sabato 24, prima del gelido Burian al Nord

Allerta Meteo – Mentre le cronache di tutti i principali siti meteorologici sono giustamente concentrate sull’episodio di Burian prospettato per fine mese, quando un’eccezionale ondata di gelo siberiano porterà l’Europa intera nel freezer con il parziale coinvolgimento dell’Italia che vedrà crollare le temperature su valori polari in tutto il Centro/Nord, in questa settimana rischiano di passare in sordina due violente ondate di maltempo che provocheranno piogge, temporali e abbondanti nevicate fino a bassa quota. La prima è imminente: inizierà oggi pomeriggio e si concluderà domani, Mercoledì 21 Febbraio. La seconda, ancor più violenta, inizierà Giovedì 22 e si concluderà Sabato 24. Prima di osservare gli ultimi aggiornamenti a medio termine per il Burian della prossima settimana, è bene soffermarsi su queste due ondate di maltempo. Vediamo nei dettagli.

Allerta Meteo, ciclone sull’Italia tra oggi e domani: forte maltempo e tanta neve sull’Appennino

Allerta Meteo Italia Ciclone 20 21 Febbraio 2018
Il ciclone che tra oggi e domani provocherà forte maltempo e abbondanti nevicate

La prima tempesta è provocata da un ciclone stazionario sul mar Tirreno. Oggi pomeriggio avremo le prime intense precipitazioni tra Sardegna, Sicilia occidentale e al Centro/Sud tra Molise, Campania, Puglia e Basilicata. Qualche pioggia anche in Calabria ed Emilia Romagna, ma il “clou” del maltempo sarà domani, Mercoledì 21 Febbraio, con forti piogge e temporali in tutto il Sud e sull’Italia Adriatica. Le Regioni più colpite saranno Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. La neve cadrà copiosa su tutto l’Appennino, soprattutto tra Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Molise a partire dai 400500 metri di altitudine (e localmente anche più in basso). Tanta neve a Campobasso, L’Aquila (già imbiancata stamattina), Fabriano e Urbino. Al SUd la quota neve sarà più alta: tra Campania e Basilicata nevicherà soltanto oltre i 1.000 metri, in Calabria e Sicilia oltre i 1.300/1.400 metri. Al Nord ampie schiarite ma temperature in calo con forti venti di Bora (vedi mappe all’interno della gallery che pubblichiamo in alto a corredo dell’articolo, elaborate dal modello Moloch dell’ISAC-CNR).

Allerta Meteo, nuova violenta tempesta tra Giovedì, Venerdì e Sabato: piogge torrenziali al Sud, abbondanti nevicate al Centro/Nord

Allerta Meteo Italia Ciclone 23 24 Febbraio 2018
Il nuovo violento ciclone che tra Venerdì e Sabato risalirà l’Italia

Subito dopo, a partire da Giovedì 22 Febbraio, un nuovo violento ciclone risalirà l’Italia stavolta alimentando maltempo ancor più estremo in tutto il Paese, coinvolgendo anche il Nord. La tempesta sarà molto più profonda della precedente, potrebbe toccare addirittura i 995hPa nella fase “clou”, tra Venerdì 23 e Sabato 24 Febbraio. Saranno 48 ore di maltempo molto intenso, con piogge torrenziali al Sud dove Sicilia, Calabria, Puglia, Molise e Basilicata saranno colpite nel corso della giornata di Venerdì da temporali molto violenti, accompagnati da furiose grandinate. Le temperature aumenteranno in tutto il meridione e la quota neve salirà ad oltre 1.500 metri di altitudine sull’Appennino, ma saranno nevicate molto abbondanti. Al Centro/Nord, invece, continuerà a nevicare fino a bassa quota, non solo in pianura Padana ma anche nelle Regioni centrali con abbondanti accumuli oltre i 700800 metri e a tratti anche più in basso.

Previsioni Meteo, gli ultimi aggiornamenti sul Burian di fine mese

meteo italia burian fine febbraio
La tendenza per fine Febbraio

Gli ultimi aggiornamenti che sono arrivati stamattina dai modelli confermano quanto avevamo già scritto ieri sera. Il Burian arriverà negli ultimi giorni del mese di Febbraio su gran parte d’Europa, e colpirà l’Italia a metà fermandosi al Centro/Nord. Molto interessante l’evoluzione successiva: dopo il gelo, infatti, proprio al Nord ci potrebbero essere eccezionali nevicate con straordinari accumuli nevosi fin in pianura Padana, a causa del posizionamento di centri di bassa pressione a ridosso dell’arco Alpino nord/occidentale. Ne seguirà, quindi, un significativo richiamo d’aria caldo-umida che farà impennare le temperature fino ad oltre +20°C in tutto il Centro/Sud, mentre il nord rischia di essere letteralmente sommerso dalla neve. Un’evoluzione che seguiremo con le dovute analisi più approfondite nei prossimi aggiornamenti di MeteoWeb. Intanto Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...