Allerta Meteo, sull’Italia sta per scatenarsi la prima tempesta dell’autunno 2018: venti violentissimi nelle prossime 48 ore, attenzione al Centro/Sud

Allerta Meteo, l'Italia si prepara a fronteggiare la prima tempesta dell'autunno 2018: venti impetuosi, forti temporali e mareggiate nelle prossime ore soprattutto al Centro/Sud. Tutte le mappe e i dettagli

Allerta Meteo – Dopo due settimane di caldo eccezionale, la situazione sta cambiando in queste ore e l’aria fredda è in procinto di raggiungere anche l’Italia a poche ore dall’Equinozio d’Autunno che è scoccato ieri, dopo aver fatto crollare la colonnina di mercurio su gran parte d’Europa nel weekend appena concluso. Stamattina, infatti, le temperature minime hanno raggiunto valori decisamente bassi soprattutto nel Regno Unito e nei Paesi Scandinavi, ma anche in Francia, Danimarca e Germania, con temperature ben inferiori rispetto alle medie del periodo. Le minime, infatti, sono piombate a +1°C a Dublino, +2°C a Stoccolma, +3°C a Belfast e Göteborg, +5°C a Londra e Nantes, +6°C a Parigi e Bruxelles, +7°C a Berlino, Amsterdam e Copenaghen, uno sbalzo notevole per città che la scorsa settimana hanno in alcuni casi superato addirittura i +30°C.

Intanto il Ciclone Mediterraneo che ha colpito il Sud Italia nei giorni scorsi ha provocato un inferno in Tunisia, dove nell’alluvione lampo di Nabeul sono morte 5 persone. Il nostro Paese è stato graziato sia dai fenomeni più estremi che dalle più grandi anomalie di questo Settembre dal meteo violento in Europa e nel Mediterraneo.

Anche stamattina in Italia il clima è ancora decisamente mite: splende il sole un po’ ovunque e mentre scriviamo ci sono +29°C a Bari, +28°C a Taranto, Pescara e Lecce, +27°C a Palermo, Cagliari e Genova, +25°C a Roma, Milano, Firenze, Verona e Modena, ma il fronte freddo sta arrivando anche nel nostro Paese e farà crollare le temperature nelle prossime ore. I primi annuvolamenti stanno interessando il Nord/Est e le Regioni tirreniche. L’aria fredda irromperà da Nord/Est, raggiungendo dapprima le Regioni Adriatiche accompagnata da impetuosi venti nord/orientali. Proprio il vento sarà l’elemento principale a caratterizzare le prossime 48 ore sull’Italia: avremo raffiche impetuose da Nord/Est su tutto il Paese, soprattutto sulle Regioni tirreniche dove l’effetto “di caduta” dall’Appennino determinerà una vera e propria tempesta. Tra oggi pomeriggio e domani sera, per oltre 36 ore, il grecale soffierà impetuoso in modo particolare su Toscana, Umbria, Lazio e Campania. La Regione più colpita sarà proprio la Campania: tra Caserta, Napoli e Salerno avremo 24 ore consecutive con venti di oltre 80km/h, e con raffiche di oltre 100km/h. Sull’Adriatico il vento sarà molto forte, seppur un po’ meno intenso, ma determinerà furiose mareggiate. Attenzione anche allo Jonio: in modo particolare su Crotone avremo raffiche a 80km/h e il mare sarà ingrossato al largo, off-limits per le attività nautiche.

Non mancheranno piogge e temporali, soprattutto per i contrasti termici tra l’aria fredda in arrivo da Nord/Est e quella calda che verrà spazzata via in poche ore. Oggi pomeriggio ci aspettiamo forti temporali soprattutto in Abruzzo, Molise, Puglia, Lazio, Campania e Basilicata, mentre domani, Martedì 25 Settembre, pioverà soprattutto in Calabria, Sicilia e Sardegna. Le temperature diminuiranno sensibilmente: sarà la prima sfuriata autunnale che farà crollare la colonnina di mercurio in tutt’Italia. A Bari, ad esempio, oggi la temperatura massima arriverà a +31°C eppure domani si fermerà a +20°C e Mercoledì avremo addirittura +12°C di temperatura minima. Persino in Sicilia, città come Catania e Messina piomberanno a +16°C di temperature minime e faranno fatica a superare i +23/+24°C di temperatura massima. Per piogge, venti e temperature delle prossime 48 ore consigliamo la consultazione delle mappe del preciso modello Moloch dell’ISAC-CNR che pubblichiamo nella gallery a corredo dell’articolo.

Situazione diversa invece al Nord, e in modo particolare al Nord/Ovest e sull’arco alpino dove continuerà a splendere il sole per tutta la settimana e le temperature aumenteranno sensibilmente (soprattutto nei valori massimi) a partire da Mercoledì 26 Settembre. Un poderoso anticiclone porterà la pressione a oltre 1037hPa, come se fossimo in piena estate: tra Giovedì 27, Venerdì 28 e Sabato 29 la colonnina di mercurio potrebbe nuovamente raggiungere o comunque sfiorare i +30°C tra Milano e Torino, con zero termico ad oltre 4.000 metri di quota sulle Alpi dove in questo periodo dell’anno dovrebbe iniziare a nevicare copiosamente, invece i ghiacciai continuano a sciogliersi fuori stagione…

Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: