Maltempo in Tunisia, le alluvioni paralizzano lo stato da nord a sud: sale il numero delle vittime [FOTO e VIDEO]

Nella sola mattinata di oggi, 7 agosto, sono stati circa 20 gli interventi della Protezione Civile

Mentre l’Europa fa i conti con un’ondata di caldo storica, la Tunisia è sommersa dalle piogge torrenziali su tutto il suo territorio. Le intense precipitazioni che si sono abbattute in abbondanza negli ultimi giorni stanno mettendo a nudo infrastrutture molto vulnerabili. Ad Hammamet, le inondazioni hanno isolato diverse case e anche un hotel, in piena stagione turistica. Una situazione che ha provocato il rapido intervento delle unità della Protezione Civile locale per evacuare i cittadini. Nella mattinata di oggi, 7 agosto, sono stati circa 20 gli interventi della Protezione Civile.

Particolarmente colpita, la regione di Susa, così come Msaken, Beja e la capitale Tunisi. Anche la città di Biserta è paralizzata dalle alluvioni. Le precipitazioni hanno provocato l’interruzione del traffico stradale a causa dell’obsolescenza delle fognature. Un commerciante di circa 40 anni, invece, è morto folgorato mentre tentava di spostare un frigorifero.

A Gabès, un fiume ha esondato, allagando molteplici abitazioni e negozi, costretti a chiudere a causa della situazione divenuta catastrofica. A Siliana, nel nord del Paese, la linea dei treni che collega Tunisi a Gaafour è stata interrotta a causa delle inondazioni.

Non va tanto meglio in Algeria. Come potrete vedere dai video in fondo all’articolo, le strade sono ancora completamente allagate e la situazione rimane drammatica.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...