Auto, ecco le limitazioni e i modelli guidabili dai neopatentati 2019 [GALLERY]

Anche chi consegue la patente per l'auto nel 2019 deve fare i conti con le limitazioni, vediamole insieme ai modelli (e i prezzi) guidabili dai neopatentati

Anche per il 2019, coloro che hanno conseguito la patente di categoria B da meno di 3 anni, vengono considerati “neopatentati”.

A parte i limiti sul tasso alcolemico e la velocità che valgono per tutti e tre gli anni successivi al conseguimento della licenza di guida, nell’arco dei primi 12 mesi i neopatentati sono soggetti a delle restrizioni che riguardano la cilindrata e in generale la potenza (kW/CV) del veicolo del quale hanno intenzione di mettersi alla guida. Vediamole insieme nel dettaglio.

La guida in stato di ebbrezza costituisce un reato le cui sanzioni vengono elencate nell’articolo 186 del codice della strada. Il legislatore ha previsto che, per i primi 3 anni di patente, il limite alcolemico per neopatentati deve essere pari a zero pena il pagamento di una multa di 624 euro, se il tasso alcolemico riscontrato è minore o uguale a 0,5 grammi per litro, qualora il tasso alcolemico fosse superiore, le sanzioni sarebbero quelle previste dal codice della strada aumentate di un terzo.

Secondo l’articolo 117 del codice della strada, i neopatentati non possono superare i 100 km/h sulle autostrade e i 90 km/h sulle strade extraurbane principali.
Trascorsi i tre anni valgono invece i limiti di velocità generali, ovvero 130 km/h su autostrade e 110 km/h su strade extraurbane principali. In caso di trasgressione per i neopatentati le multe partono da 161 euro mentre è prevista la decurtazione dei punti in maniera doppia rispetto agli automobilisti più esperti come del resto avviene per tutte le infrazioni previste del codice della strada commesse da neopatentati.
Inoltre per i neopatentati il bonus per gli automobilisti che in un anno non commettano sanzioni al codice della strada che comportino decurtazione di punti patente non è di 2 punti bensì di 1 punto per ogni anno senza infrazioni al volante, quindi un massimo di 3 punti extra in 3 anni.

Infine arriviamo ad una delle limitazioni più dibattute ovvero quella che riguarda kW (cv) e peso.
Un’auto, per essere guidabile da un neopatentato deve avere un rapporto KW/tara (potenza/peso) minore o uguale a 55. Nella auto immatricolate a partire da ottobre 2007 il dato viene riportato sul libretto di circolazione del veicolo mentre in precedenza spesso non veniva segnalato.
In più, qualora il rapporto non dovesse superare il valore di 55, il limite massimo in termine di cavalli è comunque identificato in 95 (70 kW).

All’interno della fotogallery potrete trovare l’elenco completo e i prezzi aggiornati al 2019 di tutti i modelli di auto guidabili dai neopatentati.

 

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...