Auto: nuova Volkswagen Passat 2019, ibrida e autonoma [GALLERY]

La nuova Volkswagen Passat 2019, prevista in versione berlina, variant e alltrack, fa il pieno di tecnologie in ambito di guida autonoma e motori ibridi

L’ottava generazione della Volkswagen Passat fu presentata al Salone di Parigi nel 2014.
Realizzata sul nuovo pianale modulare MQB in condivisione con Golf, in questo 2019 si concede un aggiornamento di metà carriera e fa il pieno di nuove tecnologie.

Nonostante lo stile non abbia subito grandi cambiamenti, questo restyling, che ha interessato indistintamente berlina, variant e alltrack, è fra i più profondi della sua storia.

Le novità più importanti riguardano infatti la tecnologia, tra le principali c’è sicuramente il sistema di guida assistita Travel Assist. Si tratta di un sistema di guida autonoma di livello 2 che, grazie a radar e telecamere, permette alla Passat di mantenere la corsia autonomamente, seguire il flusso del traffico da 0 fino a 210 km/h e arrestarsi in caso di stop, a patto che il guidatore non lasci per più di 10 secondi il volante capacitivo che è in grado di rilevare la presenza delle mani e inibire il funzionamento del sistema.
Il Travel Assist è in grado inoltre di incrociare le informazioni provenienti dalle mappe e ridurre automaticamente la velocità nelle vicinanze di incroci, rotatorie o centri abitati.

Le novità in fatto di tecnologia non finiscono qui, la Passat 2019 è infatti dotata di fanali e fari a led di serie o a matrice di led opzionali , di Emergency Steering Assist che aiuta il guidatore nelle fasi di scarto agendo sui freni per mantenere più stabile la vettura durante le manovre d’emergenza, del nuovo Digital Cockpit da 11,7″ e di sistemi multimediali con schermi touch fino a 9,2″ abbinati ad un sistema multimediale che integra una scheda sim dati per connettersi ad internet e gestire l’assistente vocale che si risveglia dicendo “Ciao Volkswagen”. Non mancano ovviamente le funzionalità Apple CarPlay, Android Auto e la ricarica induttiva per smartphone.

La tecnologia ha interessato anche le motorizzazioni. La novità più importante riguarda la variante ibrida plug-in GTE: monta adesso un 1.4 TSI da 156 CV abbinato a un motore elettrico da 115 CV per una potenza complessiva di 218 CV.
La batteria passa da 9,9 kWh a 13 (+31), garantisce un’autonomia a zero emissioni di 55 km nel ciclo Wltp (20 in più rispetto al modello uscente).
Tre le modalità di guida: E-Mode (trazione esclusivamente elettrica), GTE (guida sportiva alla massima potenza) e Hybrid (commutazione automatica fra motore elettrico e motore TSI).

Gli altri motori sono i benzina 1.5 da 150 CV e 2.0 da 190 e 272 CV e i diesel 1.6 da 120 CV e 2.0 da 150, 190 e 240 CV.

Il debutto al pubblico della nuova Volkswagen Passat è fissato per il prossimo Salone di Ginevra (7 – 17 marzo), mentre le prevendite saranno aperte nel mese di maggio con consegne previste a settembre.

Valuta questo articolo

Rating: 4.7/5. From 3 votes.
Please wait...