Tempesta di neve al confine svizzero: precipita caccia francese, il meteo ostacola le ricerche dei 2 piloti [FOTO]

“Ci sono detriti ovunque”. Difficile dire se i due piloti siano riusciti a lanciarsi in tempo: neve e nebbia ostacolano le ricerche

Un caccia francese con due piloti a bordo è sparito dai radar in prossimità del confine svizzero durante una tempesta di neve. Le estese ricerche che sono state avviate nell’area di montagna hanno portato al ritrovamento dei resti del velivolo, di un paracadute e di una cartina. Il Mirage 2000D si è schiantato sugli altipiani di Mignovillard (1.050 metri d’altitudine). I sorvoli dell’elicottero dell’esercito, giunto a sostegno delle ricerche, continuano per tentare di rintracciare i due piloti. I detriti del velivolo sembrano essere sparsi su una zona di 1-2 ettari. La grande quantità di idrocarburi rende il sito pericoloso.

La polizia si prepara a trascorrere la notte sul luogo per bloccare l’accesso al sito dello schianto. Un pompiere, che ha avuto accesso all’area, ha dichiarato: “Ci sono detriti ovunque”. Difficile dire se i due piloti, un uomo e una donna, siano riusciti a lanciarsi in tempo. Sono stati perlustrati i laghetti di Frasne, Saint-Point e Remoray, ma al momento non c’è traccia dei due. La neve e la nebbia, inoltre, ostacolano le ricerche, riducendo di molto la visibilità. Un abitante di Mignovillard ha dichiarato: “Ho sentito l’aereo verso le 10:15. È un corridoio molto frequentato e passano spesso molto bassi. Ma all’improvviso ho sentito un rumore sordo e poi più niente”. Molteplici testimoni confermano di aver sentito un’esplosione.

L’ultima volta il Mirage 2000D è stato rilevato tra i dipartimenti di Doubs e Giura, secondo una portavoce dell’aeronautica francese. Era decollato dalla base di Nancy-Ochey, nel nord-est della Francia.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...