“Ciclone di proporzioni storiche” sugli USA centrali: 40cm di neve, venti a 160km/h e blizzard in Colorado. Una vittima [FOTO e VIDEO]

La mostruosa tempesta si è rinforzata sulle Alti Pianure attraverso il processo di bombogenesi, dando origine ad un ciclone bomba che sta paralizzando il centro degli USA

Una mostruosa tempesta invernale si sta abbattendo su un’ampia fascia degli Stati Uniti. Il “ciclone bomba” ha portato condizioni di blizzard, venti di intensità di tempesta tropicale e condizioni di viaggio molto pericolose, come potete vedere nelle foto contenute nella gallery a corredo dell’articolo e nel video in fondo. La tempesta purtroppo si è rivelata letale per un ufficiale della Polizia di Stato del Colorado, Daniel Groves, 52 anni, colpito e ucciso da un veicolo mentre stava aiutando un’auto uscita fuori di strada nella contea di Weld.

Il Servizio Meteorologico Nazionale (NWS) ha definito la tempesta un “ciclone di proporzioni storiche”. La tempesta si è rinforzata sulle Alti Pianure attraverso il processo di bombogenesi, che si verifica quando la pressione barometrica subisce un rapido calo, di almeno 24hPa in 24 ore. Questo raro fenomeno meteorologico è spesso definito “ciclone bomba”.

Mentre si sviluppavano condizioni di blizzard, pesanti nevicate imbiancavano il nord del Colorado, il Nebraska occidentale, il Wyoming orientale, il centro della South Dakota e la North Dakota sudorientale. Gli uffici dell’NWS hanno registrato circa 350 report di raffiche di vento superiori a 80km/h in 24 ore. Alcune località sono state colpite da venti di intensità di tempesta tropicale. L’NWS ha ricevuto oltre 92 segnalazioni di danni. “Ci sono state raffiche di quasi 160km/h con neve a Colorado Springs, in Colorado. I potenti venti hanno portato anche danni strutturali, diffusi danni agli alberi, blackout e difficili condizioni di viaggio”, ha spiegato Dave Samuhel, meteorologo di AccuWeather. I blackout si stanno diffondendo in tutti gli USA centrali e al momento interessano oltre 200.000 persone. Le compagnie aeree hanno cancellato quasi 2.000 voli e ritardato altri 2.700 a causa del vento e delle condizioni meteo avverse.

Secondo l’NWS, alcune località in Colorado hanno riportato oltre 30cm di neve. “I quantitativi totali di neve finora sono di 40cm nelle montagne del Colorado, con 18cm a Denver e circa 10cm nell’area di Boulder. Molte scuole, incluse quelle dell’area di Denver” sono chiuse, oggi, 14 marzo, ha spiegato Faith Eherts, meteorologa di AccuWeather. Alcune zone dell’area interessata dall’enorme ciclone potrebbero ricevere 30-45cm di neve, con AccuWeather che prevede un massimo di 66cm in alcune località prima che la tempesta si esaurisca.

La tempesta ha portato anche nuovi record di pressione barometrica per le zone del sud-ovest e del centro degli USA. Secondo i dati preliminari dell’NWS, Colorado e New Mexico hanno infranto i record di tutti i tempi per quanto riguarda questo parametro. I record precedenti erano di 975,8hPa a La Junta (Colorado) nel 1973 e 978,7hPa a Clayton (New Mexico). L’NWS ha riportato che Dodge City, nel Kansas, ha avuto la pressione barometrica più bassa registrata in oltre 100 anni, con i 974,9hPa registrati al Dodge City Airport.

Nel Nebraska orientale e nell’Iowa occidentale saranno probabili importanti inondazioni nei prossimi 2 giorni e alcune strade rurali sono già state chiuse dopo essere state inondate dall’acqua. L’NWS ritiene che le grandi quantità di pioggia di questa settimana siano particolarmente problematiche perché gran parte dell’area interessata dal ciclone è ancora coperta di neve e il suolo è ancora ghiacciato.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...