L’ultimo viaggio della Costa Concordia [GALLERY]

La Costa Concordia naufragò davanti all'Isola del Giglio il 13 gennaio del 2012 causando 32 morti

E’ cominciato l’ultimo viaggio del relitto della Costa Concordia che sarà spostato dall’ex ‘Superbacino’, dove è stato sezionato, al bacino quattro delle riparazioni navale dove avverrà la demolizione di ciò che resta dello scafo. Il relitto si è staccato alle 9:20 dalla banchina dove era appoggiato, e trainato da cinque rimorchiatori ha percorso le circa due miglia che lo separavano dalla destinazione finale dove scomparirà per sempre.

Il relitto era arrivato a Genova nel porto Pra’ – Voltri il 27 luglio 2014 dopo una complicata operazione di trasporto. Successivamente è avvenuta la prima fase dello smantellamento con l’eliminazione di oltre 5700 tonnellate di materiali. Ora l’arrivo al bacino quattro di Ente bacini dove lo scafo sarà fatto a pezzi e riciclato. Alla fine, la demolizione di Concordia, serviranno sei mesi, avrà permesso il recupero dell’82% del materiale che componeva la più grande nave da crociera voluta da Costa, un gigante da 114 mila tonnellate, lungo 298 metri e largo 36.

La nave naufragò davanti all’Isola del Giglio il 13 gennaio del 2012 causando 32 morti.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...