Congestione nasale in primavera: ecco come combatterla

La congestione nasale in primavera, complici sbalzi di temperatura e allergie, è in agguato. Ecco come combatterla

Complici gli sbalzi di temperatura e le allergie, la congestione nasale in primavera è sempre in agguato. Tra gli altri fattori di rischio: febbre da fieno, infezioni virali, poliposi nasali,  raf freddore, reflusso gastrico, sinusite.Come noto, la congestione nasale provoca alterazioni dell’udito, apnee notturne, difficoltà a riposare, russamento , dispnea, ma anche dolore facciale, mal di testa, tosse, dolore al petto ecc. Se i rimedi farmacologici sono differenti in base al tipo di causa, andando dagli antipiretici e antinfiammatori nei casi di influenza e raffreddore, ad antistaminici e corticosteroidi per le allergie, con buoni benefici ottenuti dall’impiego di decongestionanti orali, sono davvero numerosi i rimedi naturali per contrastare la congestione nasale. Uno molto efficace consiste nel mettere a bollire un litro di acqua con 1 cucchiaio di sale marino, prelevando 5 ml di questa soluzione con una siringa e spruzzandolo 2 volte in ogni fossa nasale.

In alternativa, fate suffumigi col bicarbonato o inalazioni di vapori, aggiungendo in 2 litri di acqua bollente una manciata di fiori di camomilla o doflie di eucalipto.Si all’infuso di  zenzero e limone, ottenuto mettendo a bollire una ta zza di acqua da 250 ml con un pezzo di radice di zenzero, lasciando in infusione per 10 minuti per poi dolcificare con un cucchiaino di miele ed il succo di mezzo limone.Molto utili anche gli impacchi di acqua calda. E’ sufficiente immergere un panno assorbente e morbido in una tazza di acqua calda (250 ml), applicando l’impacco sulla zona naso e fronte.