Coradia iLint: in Germania il primo treno alimentato a idrogeno a emissioni zero [GALLERY]

Coradia ilint è il primo treno alimentato a idrogeno a emissioni zero. Tecnologia avanzata, economica, rispettosa dell’ambiente sono i suoi punti di forza. Ecco la storia di questo rivoluzionario mezzo di trasporto pulito

Si chiama Coradia iLint, è conosciuto anche come Hydrail è ed è i primo treno alimentato a idrogeno a emissioni zero, rappresentando una vera e propria rivoluzione nel campo del trasporto pulito.

Presentato all’Inno Trans 2016, la più grande fiera mondiale dedicata al settore ferroviario, in scena a Berlino dal 20 al 23 settembre 2016, progettato dall’azienda francese Alstom, il treno in questione impiega l’idrogeno quale carburante per l’azionamento dei motori elettrici, è alimentato da celle a combustibile a idrogeno ed emette, come uniche sostanze di scarico, solo vapore e acqua di condensa. Coradia iLint ha una rumorosità sensibilmente attenuata rispetto ai tradizionali motori a gasolio e l’energia prodotta , oltre a servire per la movimentazione del treno, viene immagazzinata in batterie agli ioni di litio per poi essere impiegata all’occorrenza o per alimentare strumentazione e servizi di bordo.

Tecnologia avanzata, frutto di decenni di ricerca, economica, rispettosa dell’ambiente e sicura ( l’omologazione dei veicoli è soggetta a controlli estremamente severi) sono i punti di forza di questo rivoluzionario treno ma le sue prestazioni subiscono penalizzazioni? La soluzione a idrogeno non le penalizza assolutamente anzi Coradia iLint può raggiungere i 140 km/h, può trasportare sino a 300 passeggeri (150 posti a sedere) e ha un’autonomia di circa 700 km, variabile in funzione dell’acclività della linea e del carico del treno.

Dopo decenni di dominio incontrastato di carbone e gasolio, impiegati quali fonti energetiche per la trazione ferroviaria, è l’idrogeno, dunque, l’ultima frontiera energetica che, nei prossimi anni renderà ancora più verde il già ecologico treno.Il treno a idrogeno,vera e propria rivoluzione nel campo del trasporto pulito, sarà operativo nello Stato Federato della Bassa Sassonia, lungo la linea regionale che collega le città di Buxtehude e Cuxhaven. Una serie di test preliminari fungeranno da apripista all’effettiva inaugurazione, fissata nel dicembre 2017. Secondo i media tedeschi, Alstom ha già ricevuto 14 ordini ma se l’esperimento dovesse avere successo, i convogli ecologici potrebbero sostituire progressivamente i 4 mila treni diesel che circolano in Germania, sbarcando, ben presto, in Olanda, Danimarca e Norvegia.