Elezioni politiche, vince il Centro/Destra con il 37%: c’è maggioranza al Senato, vicina alla Camera. Verso Salvini premier

Elezioni politiche, il Centro/Destra si afferma con il 37% a livello nazionale e conquista la maggioranza dei seggi: storico exploit della Lega che raccoglie un boom di consenso anche al Centro/Sud e domina al Nord, verso Salvini premier

E’ il Centro/Destra a vincere le elezioni politiche del 2018 in Italia: la coalizione che vede alleati Berlusconi, Salvini e Meloni ha ottenuto il numero più alto delle preferenze, secondo i primi dati reali del Senato oltre il 37%. Un dato che, in base alla ripartizioni dei seggi, dovrebbe consentire al Centro/Destra di poter governare il Paese nonostante il boom del Movimento 5 Stelle che si assesta intorno al 31%. Terzo posto per la coalizione di Centro/Sinistra intorno al 23%, con il Partito Democratico crollato al 19%. Quarto posto per “Liberi e Uguali“, gli scissionisti a sinistra del Pd che superano di pochissimo il 3% e riescono ad eleggere in parlamento appena un paio di senatori. Proprio in base ai primi dati che ricostruiscono la ripartizione dei seggi, considerando anche i senatori eletti nella circoscrizione estero, il Centro/Destra ha già la maggioranza al Senato mentre sarebbe molto vicino alla Camera (dove mancherebbero tra 10 e 20 deputati). Ma Brunetta non ha dubbi, “in parlamento ci sarà la fila per venire con noi“.

Per quanto riguarda la premiership, la sorprendente affermazione della Lega sopra Forza Italia dovrebbe consegnare la Presidenza del Consiglio a Matteo Salvini, se anche i seggi della Lega saranno superiori a quelli di Forza Italia.

Si parte da noi, il centrodestra e’ la prima coalizione. Arriveranno sorprese nei collegi uninominali“, dicono da FI. Berlusconi e’ ad Arcore, ai suoi spiega che il partito azzurro sara’ centrale, “non ci sono altre alternative alla nostra alleanza“. “Dopo 5 anni di governo della sinistra il centrodestra e non il Movimento 5 Stelle e’ l’alternativa vincente. Gli italiani, come aveva chiesto il presidente Berlusconi, non hanno fatto prevalere la deriva grillina“, la nota diramata dal partito azzurro, “solo con dati più precisi si capiranno i risultati dei singoli partiti e dei rapporti di forza parlamentari, e se la vittoria politica si tradurrà in una maggioranza numerica a Camera e Senato“. Nel partito si punta a provare, in Parlamento, ad allargare la maggioranza, cercando di attrarre altri moderati. “Deciderà il Quirinale ma con la Lega noi governiamo da tempo, decideremo insieme“, afferma Romani in diretta TV. Si attenderanno i dati ufficiali, gli esiti degli scontri sui collegi uninominali ma il Cavaliere con i suoi preferisce guardare il bicchiere pieno.