Emergenza Maltempo e Neve, Abruzzo seppellito da una grandissima nevicata: Regione in ginocchio, continuerà per altri 3 giorni

Emergenza Maltempo e Neve, Abruzzo seppellito da una nevicata storica: blackout elettrici e alla viabilità, la Regione è in ginocchio e continuerà a nevicare in modo abbondante per altri tre giorni

L’Abruzzo, come ampiamente previsto nei giorni scorsi, è letteralmente seppellito da una nevicata storica: ormai da oltre 24 ore nevica sesta sosta su gran parte del territorio Regionale, soprattutto sul versante esposto al mare Adriatico e a Nord/Est. Chieti, Teramo e Lanciano i centri più colpiti, con oltre 70-80cm di neve al suolo. A Chieti è stata anche una giornata di ghiaccio (minima di -1,1°C, massima di -0,3°C) mentre a Pescara sono caduti 135mm di pioggia mista a neve. Un dato impressionante che fa capire quanto sta nevicando sulle colline (ma in molte aree persino le spiagge sono imbiancate).

Emergenza neve in Abruzzo, la situazione dei blackout elettrici

Quasi 100.000 abitazioni nel pomeriggio sono rimaste senza corrente elettrica. Prosegue l’impegno della task force di “e-distribuzione”, societa’ del gruppo Enel che gestisce le reti di media e bassa tensione, per fronteggiare le conseguenze dell’ondata di Maltempo che sta colpendo l’Abruzzo. Sono circa 300 le persone in campo, che stanno intervenendo con 150 gruppi elettrogeni e 50 mezzi speciali nelle aree colpite. Il ripristino parziale dell’alimentazione della rete di Alta Tensione – non gestita da e-distribuzione – ha consentito di ridurre il numero di utenze disalimentate a circa 55.000. Di queste, circa 25.000 sono ancora dovute a problematiche relative alla rete di Alta Tensione che comportano il fuori servizio delle cabine primarie di Miglianico e Ortona che interessano la provincia di Chieti. E-distribuzione lavora in coordinamento con le Amministrazioni locali e la Protezione Civile per il dispiegamento di gruppi elettrogeni. In provincia di Chieti, al momento l’azienda stima di poter ripristinare il servizio entro la tarda serata per circa ulteriori 3 mila utenze, mentre si continuera’ a lavorare tutta la notte e domani per le restanti 45 mila, concentrate soprattutto nei comuni di Chieti, Miglianico, Vasto, Monteodorisio, Cupello, Pollutri, Casalbordino, Ripa Teatina, Fossacesia, Bucchianico, Rocca San Giovanni, Scerni, Crecchio, Lanciano, Tollo, Francavilla al Mare, Torrevecchia Teatina, Fara Filiorum Petri e Villamagna. In provincia di Pescara sono in corso attivita’ di riparazione che permetteranno di ridurre il numero di utenze disalimentate a circa 5000 in serata, per le quali si continuera’ a lavorare nella notte e domani. Gli interventi procedono appena le condizioni di viabilita’ lo consentono, con attivita’ di riparazione e l’installazione di gruppi elettrogeni, principalmente nei comuni di Pianella e Tocco da Casauria. Nel teramano sono circa 3.000 i clienti disalimentati concentrati principalmente nei comuni di Castilenti e Teramo per i quali si continuera’ a lavorare nel corso della notte per il ripristino dell’alimentazione.

In merito ai disservizi in corso in Abruzzo, “l’attivita’ tempestiva delle squadre di Terna, che ha messo in campo oltre 100 persone e mezzi, ha consentito sin dal tardo pomeriggio di rialimentare progressivamente, lato Alta Tensione, le cabine primarie di Gissi, Casoli, Lama dei Peligni, Atessa, Vasto e Lanciano. Le linee in queste localita’ sono regolarmente rientrate in servizio. E’ operativa la sala di crisi per la gestione delle criticita’ legate al maltempo”. E’ quanto si legge in una nota di Terna.

Emergenza neve in Abruzzo, la situazione su strade e autostrade regionali

Ridotto da “codice rosso” a “codice giallo” la circolazione sulla tratta dell’autostrada A25 tra lo svincolo di Avezzano e l’allacciamento con l’autostrada A14. Sospesi i filtri dinamici dei mezzi pesanti di portata superiore a 7,5 tonnellate in atto a Tivoli, Avezzano e Manoppello. E’ quanto si legge in una nota di Strada dei Parchi, societa’ che gestisce le autostrade A24 e A25. “Conseguentemente su A24 e A25 e’ stata ripristinata la libera circolazione di tutti i veicoli, compresi quelli pesanti, tra la Barriera di Roma e lo svincolo di Valle del Salto, con l’ esclusione di quest’ultima stazione, dove resta in direzione Teramo (carreggiata Est) una riduzione di carreggiata per il filtraggio dei mezzi pesanti a cura di una pattuglia della Polizia Stradale, con uscita obbligatoria di quelli di portata superiore a 7,5 tonnellate. Resta infatti in vigore il “codice rosso” sull’A24 tra gli svincoli di Assergi L’Aquila e la Barriera di Teramo, con il filtraggio mezzi pesanti di portata superiore a 7,5 tonnellate anche alla Barriera di Teramo, in direzione opposta”. Le previsioni della Protezione Civile per domani, prosegue la nota, “indicano il perdurare sulle autostrade A24 e A25 dell’ evento nevoso di origine artica che ha investito nella notte scorsa il versante orientale dell’ Italia centrale. In particolare saranno possibili nevicate al disopra dei 100-300 metri su Lazio orientale e Abruzzo, con sconfinamenti a quote pianeggianti e apporti al suolo anche molto abbondanti sul versante adriatico”. Pertanto, come stabilito dal Piano Operativo, condiviso con Polizia Stradale e Prefetture territorialmente competenti, e in funzione dell’evoluzione dei fenomeni nevosi, anche domani potrebbero essere attivati provvedimenti di regolazione del traffico con il fermo dinamico dei mezzi superiori a 7,5 tonnellate e il loro accumulo. Strada dei Parchi consiglia i viaggiatori di non mettersi in viaggio sulle autostrade A24 e A25, salvo che per motivi di urgenza e dopo essersi informati sulle effettive situazioni meteorologiche e sulle reali condizioni della circolazione in autostrada. Intanto Anas comunica che la strada statale 81 Piceno Aprutina è provvisoriamente chiusa in entrambe le direzioni a Chieti (km 147,400) a causa di un impianto di illuminazione pubblica abbattuto dal maltempo. Il traffico è deviato sulla viabilità secondaria con indicazioni sul posto. Il personale Anas sta intervenendo sul posto al fine di ripristinare la circolazione appena possibile. Il prefetto di Chieti, Antonio Corona, al termine della riunione del Centro coordinamento soccorsi insieme al Comitato operativo della viabilita’, tenutasi oggi pomeriggio, ha adottato l’ordinanza di divieto di transito dei mezzi pesanti di peso superiore a 7,5 tonnellate sulla strada Statale 16 Adriatica, dal chilometro 452 – territorio di Francavilla al Mare in localita’ Pretaro – al chilometro 524 + 600 nel territorio di San Salvo. L’ordinanza sara’ in vigore dalle 22 di oggi alle ore 14 del prossimo 18 gennaio, con esclusione dei mezzi di soccorso, dei servizi essenziali e di quelli adibiti al trasporto pubblico. Dalla prefettura arriva l’invito alla popolazione a non mettersi in viaggio tranne che nei casi di urgenza e comunque usando la massima prudenza e i dispositivi invernali

Emergenza neve in Abruzzo, le previsioni per le prossime ore

Continuerà a nevicare copiosamente per altri tre giorni su tutta la Regione: le precipitazioni si intensificheranno ulteriormente nella mattinata di Martedì 17, e poi dopo una breve pausa, tra la notte di Mercoledì 18 e la mattinata di Giovedì 19. Nelle zone collinari potranno cadere altri due metri di neve fresca, oltre a quella già presente al suolo. La situazione è molto preoccupante per tutta la Regione. Ecco le pagine utili per seguirle in tempo reale: