FICO: inaugurato a Bologna il parco agroalimentare più grande del mondo [FOTO]

Inaugurato nei giorni scorsi a Bologna, FICO è il parco agroalimentare più grande del mondo. Ecco cosa racchiude al suo interno

A Bologna ha nei giorni scorsi aperto i battenti FICO (Fabbrica Italiana Contadina), il parco agroalimentare più grande del mondo. Curato dall’architetto Thomas Bartoli di Eataly Design, il parco, ultima avventura messa in piedi da Oscar Farinetti, inventore di Eataly, dal comune di Bologna e dalle Coop, nell’ex spazio abbandonato del mercato agroalimentare, FICO vuole essere il più grande luogo al mondo dove celebrare la biodiversità agroalimentare ed enogastronomica italiana. Sinonimo di business e turismo, oltre che di tutela e valorizzazione della tradizione e della sostenibilità agroalimentare. Su 10 ettari, 2 ettari di campi e stalle (con più di 200 animali e 2000 cultivar) all’aria aperta e 8 ettari coperti, ospita 40 fabbriche contadine per vedere la produzione di carni, pesce, formaggi, pasta, olio, dolci, birra ecc.; oltre 40 luoghi ristoro; botteghe e mercato; aree dedicate allo sport, ai bambini, alla lettura e ai servizi; 6 aule didattiche, 6 grandi ‘giostre’ educative dedicate al fuoco, alla terra, al mare, agli animali, al vino e al futuro, teatro e cinema per divertirsi e imparare attraverso l’offerta di 30 eventi e 50 corsi al giorno; un centro congressi modulabile da 50 a 1000 persone; una Fondazione con tre università. L’ingresso a FICO, ritenuto da alcuni la Disneyland del cibo, è gratuito l’itinerario può essere percorso a piedi o in bicicletta, libero o assistito dagli “ambasciatori della biodiversità italiana”, guide appositamente formate per narrare l’agroalimentare italiano.