Giornata Internazionale del Leopardo delle nevi: il Wwf diffonde immagini inedite di questi misteriosi felini [FOTO E VIDEO]

Il cambiamento climatico rappresenta un grave rischio per il leopardo delle nevi, ma altre minacce arrivano dal degrado dell’habitat, dai conflitti con le popolazioni locali e dal bracconaggio

Il cambiamento climatico rappresenta un grave rischio per il leopardo delle nevi, ma altre minacce arrivano dal degrado dell’habitat, dai conflitti con le popolazioni locali e dal bracconaggio che alimenta il traffico illegale.

Ricerche recenti indicano che circa un quarto dell’habitat di questi animali potrebbe scomparire entro il 2070 se non verrà posto un freno al cambiamento climatico. La minaccia potrebbe risultare anche più grave in alcune aree, come il Buthan (dove oltre l’85% di territorio rischia di andare perduto) e il Nepal (82%). In occasione della Giornata Internazionale del leopardo delle nevi (Panthera uncia) il WWF diffonde un nuovo eccezionale video di questi felini elusivi e misteriosi.

I rappresentanti dei 12 stati delle aree che tutelano la popolazione di questo felino si sono incontrati di recente (agosto 2017) al Summit Globale sul leopardo delle nevi a Bishkek, in Kyrgyzstan, per verificare i progressi fatti e considerare i passi necessari per la tutela delle popolazioni che vivono ancora allo stato selvatico, oltre che per assicurare il benessere sociale, culturale ed economico delle comunità montane. In quell’occasione il WWF ha consegnato una petizione di 200.000 firme ai vari leader, sostenuta anche dall’impegno attivo di molte celebrità, a cominciare da Leonardo Di Caprio. Sulla conservazione del leopardo delle nevi è attivo tutto il Network WWF, con la partecipazione attiva di oltre 30 uffici.

Oggi restano poco più di 4.000 esemplari di leopardo delle nevi in piccole popolazioni frammentate tra le montagne di Afghanistan, Bhutan, Cina, India, Kazakhstan, Kyrgyzstan, Mongolia, Nepal, Pakistan, Russia, Tajikistan e Uzbekistan. Nonostante il recente aggiornamento delle Red List della IUCN (che ha riclassificato la specie da “in pericolo” a “vulnerabile”) la situazione del leopardo delle nevi, sottolinea il WWF, non è affatto tranquillizzante e serve un impegno costante per la sua tutela.