Google: ecco il doodle dedicato a Karimeh Abbud, la “Lady Photographer”, in gallery le sue foto più belle

In Algeria, Oman, Libia, Egitto, Iraq google ricorda Karimeh Abbud, prima fotografa della palestina e simbolo di un'arte che non teme il tempo

 

Nato il 18 novembre 1893 (secondo gli storici locali), Karimeh Abbud, la “Lady Photographer,” è stata una delle prime fotografe del 20 ° secolo ed è ricordata soprattutto per la sua ritrattistica che raccoglie l’attimo in modo incredibilmente naturale e per i suoi paesaggi. Dopo aver ricevuto una macchina fotografica in dono dal padre all’età di 17 anni, Abbud aveva iniziato fotografare la famiglia, gli amici, e il paesaggio circostante di Betlemme, in Palestina, dove è cresciuta.

Man mano il talento di Abbud ha continuato a svilupparsi, ed è diventata la prima donna palestinese ad aprire uno studio fotografico. Durante questo periodo è diventata nota soprattutto per il suo stile di ritrattistica spontanea, differente dallo stile europeo che risultava molto curato, ma con poca spontaneità. Invece Abbud amava fotografare i suoi soggetti nelle loro case, lasciando che la sua arte riflettesse i momenti quotidiani e la gestualità naturale di quelle persone.

Ha lavorato in Palestina e in Libano durante la prima metà del ventesimo secolo, catturando vasti paesaggi, molti dei quali oggi non esistono più. Attraverso la sua arte, siamo in grado di sperimentare la bellezza di queste regioni nel modo in cui erano 100 anni fa, secondo il suo punto di vista unico.

Il doodle sarà visibile soltanto in Algeria, Oman, Libia, Egitto, Iraq e, tra le spiegazioni, termina con un messaggio che racchiude tutta l’essenza dell’arte: “Grazie, Karimeh, per aver creato un’arte che permane nel tempo.” In Gallery le sue foto più belle.