Il Giro d’Italia oggi la prima storica volta in autostrada (con Gran Premio della Montagna!)

Tutto pronto per la 12esima tappa del Giro d’italia che oggi farà, per la prima volta, il suo debutto in autostrada, passando sulla “Panoramica A1”, vecchio tratto dell’Autosole. Ecco le info utili

Il Giro d’Italia, per la sua centesima eizione, non smette di sorprenderci. È tutto pronto per la 12° tappa della Corsa rosa con partenza da Forlì e arrivo a Reggio Emilia. Per la prima volta nella storia, però, il Giro metterà le sue ruote in autostrada, passando sull’autostrada A1 Milano-Napoli, nel tratto Aglio-Roveggio del percorso “Panoramica A1”, ovvero il vecchio tratto dell’Autosole. Per il debutto in autostrada, giovedì 18 maggio verrà chiusa l’A1 Milano/Napoli Panoramica nella fascia oraria compresa tra le 7:30 e le 17:30. Per garantire il passaggio dei ciclisti, ci sarà la chiusura dall’allacciamento con la A1 Direttissima a Pien del Voglio in direzione di Bologna; tra Pian del Voglio e la località Aglio in direzione di Firenze; quella della stazione di Roncobilaccio in uscita e in entrata da e verso Bologna e Firenze; quella della stazione di Pian dl Voglio in entrata verso Firenze e quella delle aree di servizio Roncobilaccio est e Roncobilaccio ovest.

Inoltre è prevista la chiusura, dalle 10 alle 17:30, dell’intero tratto della A1 panoramica della località La Quercia all’acciamento A1 Direttissima sia verso Firenze che in direzione Bologna. Il traffico proveniente da Firenze e da Bologna sarà dirottato sulla A1 Milano/Napoli Direttissima. Autostrade per l’Italia promuovea, lungo lo stesso tracciato, la 2° Pedalata Amatoriale sul vecchio tratto dell’A1, rivolta a ciclo/turisti e ciclo/amatori con bici da corsa o mountain bike. L‘A1 Panoramica è il tratto compreso tra La Quercia ed Aglio. In alternativa, dal 23 dicembre 2015, c’è la Variante di Valico, ossia l’A1 Direttissima, che valica l’Appennino a una quota inferiore di circa 220 metri rispetto alla Panoramica. Tra Aglio e Barberino di Mugello, direzione nord, ci sono le 2 carreggiate originarie; mentre verso sud dal 5 dicembre 2015 c’è una nuova carreggiata a 3 corsie.

Il “bivio”, cioè la scelta tra le due tratte, si fa 500 metri prima del casello di Barberino. Ed ecco perché, in occasione della chiusura della Panoramica, il traffico proveniente da Firenze e da Bologna sarà dirottato sulla A1 Milano-Napoli Direttissima. La Panoramica è mozzafiato, con vegetazione a non finire, saliscendi, curve. Un viaggio tra viadotti e montagne, immersi nel verde degli Appennini tosco-emiliani. È anche vero che sulla Panoramica non si possono avere tutti i vantaggi di una qualsiasi autostrada in pianeggiante: parliamo di aree di servizio super attrezzate, possibilità di comunicare sempre bene con lo smartphone (la qualità dei “campi” della rete mobile non è eccelsa). E se avete fretta, sempre meglio la Direttissima.