Ecco cos’è davvero quest’immagine straordinaria che diventando virale sui social ha scatenato la fantasia del web [GALLERY]

Resterete impressionati nel leggere cosa rappresentano queste immagini

Un verme con le corna da diavolo? Una specie di elaborata creazione di pasta? Un fiore tropicale porta-sfortuna?

Niente di tutto questo. L’immagine, che circola da poco su Reddit, rappresenta in realtà la zampa di una zanzara. In un post sul social network Reddit che ha raccolto più di 32.000 voti positivi, la foto non è accompagnata da maggiori informazioni. Ma l’immagine proviene in realtà da un microscopio elettronico a scansione realizzato dal fotografo Steve Gschmeissner. È stato selezionato per il concorso International Images for Science della Royal Photography Society del 2016. Gschmeissner ha riferito a Live Science che è stato molto ripubblicato in rete probabilmente a causa della sua inaspettata complessità.

L’immagine mostra la parte finale della zampa di una zanzara, tra cui un artiglio, le squame e il pulvillus, un cuscinetto carnoso con peli adesivi. Secondo la descrizione fotografica di Gschmeissner, queste squame costellano l’intero corpo delle zanzare ma sono particolarmente dense vicino alla zampa e possono aiutare a proteggere l’arto e permettere alla zanzara di atterrare sull’acqua, dove questi insetti depongono le loro uova. “Gli insetti sono fantastici perché hanno tutti questi sottili dettagli microscopici”, ha detto il fotografo.

Un artista scientifico

Gschmeissner ha una laura in zoologia e decenni di esperienza nella ricerca sul cancro attraverso il microscopio elettronico a scansione (SEM) presso il Royal College of Surgeons di Londra. Circa dieci anni fa si è ritirato per dedicarsi alla realizzazione di immagini SEM a tempo pieno e ha probabilmente venduto 25.000 immagini da allora. I suoi clienti vanno da collezionisti di belle arti e società di media a scienziati e designer di copertine di album. “Esisteva persino una collezione di moda basata sulle mie immagini, quindi su tutte queste strane cose”, ha dichiarato. I microscopi elettronici a scansione sparano a tutto volume un fascio di elettroni sull’oggetto da fotografare, che è rivestito in oro (un metallo) così che gli elettroni si spargano su tutta la superficie, restituendo informazioni sui suoi contorni. Poiché utilizzano elettroni, i SEM hanno una risoluzione molto alta e possono fotografare anche strutture di nano-dimensioni. (La zampa della zanzara è stata ingrandita 800 volte.)

Mondi in miniatura

Gschmeissner ha esplorato una immensa varietà di mondi minuscoli con questa tecnica (vedi immagini nella gallery). Nel suo portfolio ci sono ragni, millepiedi, vespe, larve e formiche. Ha fotografato cellule di lievito, alghe e dettagli di una foglia di marijuana. Considerate le sue conoscenze nella ricerca sul cancro, la microanatomia umana è il suo argomento preferito. Ha usato il SEM per fotografare le goccioline del suo stesso sangue, rivelando globuli rossi e piastrine con dettagli impressionanti. Ha anche fotografato i vicini invisibili dell’umanità, dai batteri trovati su strofinacci e cellulari ai microbi che vivono nelle nostre bocche e nei nostri reni – per non parlare degli acari che considerano le nostre ciglia come la loro casa. Ha fotografato cellule cancerogene dall’aspetto sinistro da pelle, sangue e ossa; ha fotografato pollini, parassiti e parassiti domestici.

Gschmeissner noleggia un microscopio elettronico a scansione presso la Central London School of Pharmacy per avere queste immagini. I SEM non catturano i colori, quindi lui colorizza le immagini in Photoshop, a volte puntando a un aspetto naturalistico, a volte per un’atmosfera artistica fuori dal comune. “Sono fortunato perché faccio qualcosa che amo. Mi diverto e mi esalto ancora nel farlo. Quando metti qualcosa al microscopio per la prima volta, non sei mai veramente sicuro di cosa stai per vedere. Vedrai cose che non ti aspetti di vedere. Quando mi stancherò di tutto questo, smetterò, ma ho quasi 70 anni e lo sto ancora facendo”.