Incendi, brucia la California: almeno 5 morti, evacuata Malibu [FOTO]

La California brucia e le autorità ordinano l'evacuazione di Malibu, la rinomata località dei vip che si affaccia sull'oceano Pacifico

La California brucia e le autorità ordinano l’evacuazione di Malibu, la rinomata località dei vip che si affaccia sull’oceano Pacifico. L’incendio divampato nelle ultime ore, continua a crescere ed e’ imprevedibile, affermano le autorità. Le fiamme hanno costretto anche alla cancellazione delle lezioni dell’universita’ Pepperdine.

Almeno cinque persone sono morte in California a causa delle fiamme. Lo affermano le autorità, secondo quanto riportano i media americani. I corpi sono stati rinvenuti in alcune auto che sono state inghiottite dall’incendio. Più di 2.200 pompieri sono impegnati a combattere le fiamme in California. Anche la Guardia Nazionale dello stato sta scendendo in campo, con l’invio di 100 truppe. Paradise, cittadina californiana con 27.000 abitanti, è stata quasi interamente distrutta.

Il conto delle vittime e’ stato fornito dall’ufficio delo sceriffo della contea di Butte, che le ha localizzate a Paradise, dove ai 26.000 residenti e’ stato ordinato di lasciare le abitazioni.

Spinte da forti venti, le fiamme di quel che e’ stato chiamato “Camp Fire” hanno avvolto diverse automobili, dopo aver gia’ bruciato 8.093 ettari. Un ordine di evacuazione era stato emesso anche per l’intera citta’ di Malibu’. La decisione e’ dettata dal fatto che l’incendio scoppiato giovedi’ (battezzato Woolsey Fire) ha oltrepassato la Freeway 101 ed e’ diretto verso l’oceano.

L’ordine di lasciare le case riguarda tutti i 13.000 abitanti fissi della cittadina balneare, che si estende su circa 34 chilometri di costa. Sono in pericolo 75.000 abitazioni, molte delle quali case per le vacanze. Il Woolsey Fire minaccia anche la contea di ventura, e la citta’ di Thousand Oaks, scenario della strage di ragazzi compiuta ieri da un ex marine.