California, un incendio doloso minaccia migliaia di case: 20.000 evacuati [GALLERY]

Un residente è stato accusato di aver deliberatamente appiccato l’incendio, che ora copre 41 km² ed è contenuto solo a 5%: rischia la prigione

I velivoli hanno trasformato le colline della California, colorandole di rosso con i ritardanti nel tentativo di spegnere le fiamme, mentre gli abitanti stanno bagnando le loro case con gli idranti del giardino per aiutare a contenere un incendio doloso che ha costretto all’evacuazione di oltre 20.000 persone a sud di Los Angeles. Il Governatore Jerry Brown ha dichiarato lo stato di emergenza per le contee di Orange e Riverside dopo che in 4 giorni l’incendio si è fatto strada tra le colline della Cleveland National Forest. La dichiarazione di Brown riporta che migliaia di case sono minacciate dall’incendio nelle colline sopra Lake Elsinore e le comunità vicine.

I vigili del fuoco hanno lavorato anche durante la notte per cercare di guadagnare terreno sulle fiamme prima del ritorno di venti burrascosi nel pomeriggio di oggi, 10 agosto, che potrebbero portare nuova ferocia alle fiamme. Un residente è stato accusato di aver deliberatamente appiccato l’incendio, che ora copre 41 km² ed è contenuto solo a 5%, e sarà ascoltato in tribunale. Forrest Clark, 51 anni, rischia la prigione se saranno confermate le accuse di incendio doloso e altri reati. Michael Milligan, capo dell’Holy Jim Volunteer Fire Department, ha dichiarato che Clark ha un’ostilità decennale con i vicini e di essere stato minacciato con email da parte sua, in cui affermava “questo posto brucerà”. Paradossalmente, la sua abitazione è stata l’unica a sopravvivere alle fiamme.

Anche se le fiamme bruciavano vicino alle case, alcuni residenti hanno ignorato gli ordini di evacuazione  e sono rimasti nei viali o sui tetti delle case, utilizzando gli idranti dei loro giardini per bagnare le proprietà mentre il fumo si accumulava tutto intorno. I vigili del fuoco hanno combattuto una battaglia disperata contro le fiamme che si erano pericolosamente avvicinate alle abitazioni, alimentata da raffiche di vento di 30 km/h.

Nel frattempo, i pompieri hanno raggiunto un contenimento del 51% dell’incendio rinominato Mendocino Complex, che in realtà sono due incendi combattuti come uno solo. Il fuoco ha distrutto oltre 100 case e incenerito un’area dalle dimensioni di Los Angeles. Nell’area di Redding, invece, l’incendio più letale dell’anno è stato circondato quasi a metà e sta bruciando in foreste isolate, ma l’erba, la boscaglia e gli alberi sono così secchi da anni di siccità che, insieme al caldo, potrebbero far crescere ulteriormente l’incendio. Il Carr Fire ha ucciso 6 persone, inclusi due vigli del fuoco, e bruciato oltre 1.000 case. Altre due persone delle squadre di soccorso sono morte in incidenti stradali.

Gli incendi sono cresciuti esplosivamente nelle ultime due settimane a causa dei venti che hanno spinto le fiamme nelle foreste e nelle aree rurali ormai secche da anni di siccità. Ora un altro problema è rappresentato dalla qualità dell’aria alterata dal fumo degli incendi, che non ha solo reso Sacramento irriconoscibile, ma ha avuto effetti anche su altri stati.