Incendi, inferno di fuoco in California: almeno 9 morti e 157mila evacuati, forti venti alimentano le fiamme

Le autorità hanno reso noto che il bilancio delle vittime dei devastanti incendi che stanno devastando la California è salito a 9. Quattro persone sono state ritrovate senza vita in auto, una vicina alla propria vettura e le altre all’interno o nei pressi delle loro abitazioni dalle quali cercavano di fuggire, secondo quanto reso noto dall’ufficio dello sceriffo di Butte.

L’incendio, divampato giovedì e denominato Woolsey Fire, continua ad espandersi ed “è imprevedibile“, spiegano le autorità. Non è prevista al momento un’attenuazione dei forti venti che alimentano le fiamme: si tratta del vento di Santa Ana, in genere caldo e polveroso, che soffia con direzione nord-est/sud-ovest, attraverso i canyon verso l’oceano, e che in autunno alimenta spesso incendi, soprattutto nelle aree in cui nei mesi precedenti è caduta poca acqua.

Le fiamme stanno bruciando l’equivalente di un campo di football al secondo. L’ufficio del governatore dello Stato ha reso noto che sono almeno 157mila le persone evacuate.
Paradise, cittadina californiana con 27.000 abitanti a nord di San Francisco, è stata completamente distrutta.
Evacuata anche l’esclusiva Malibu, residenza di molte star di Hollywood, e lo zoo di Los Angeles.

Oltre 2.200 i vigili del fuoco sono impegnati a combattere i roghi, ai quali sono stati affiancati 100 uomini della Guardia Nazionale.