Vasti incendi nel sud della California: stato di emergenza a Los Angeles, “pronti ad evacuare” [GALLERY]

Dopo il difficile mese di ottobre, altri incendi si sono sviluppati nelle scorse ore nel sud della California, costringendo decine di migliaia di persone ad abbandonare le proprie case. Il primo incendio nella Contea di Ventura County è scoppiato il 4 dicembre, distruggendo almeno 150 strutture e costringendo le autorità ad evacuare circa 27.000 persone. Il secondo, la mattina del 5 dicembre, ha coinvolto la contea di Los Angeles. Entrambi gli incendi sono alimentati dal clima secco e dai forti venti.

Nell’ottobre scorso è stato il nord della California teatro di gravi incendi, almeno dodici. A Ventura County sono impegnati circa 1.100 vigili del fuoco, mentre nella contea di Los Angeles sono al lavoro 700 vigili e oltre 200 poliziotti.

Il sindaco di Los Angeles dichiara lo stato di emergenza

Incendio California
LaPresse/Reuters

Il sindaco di Los Angeles ha dichiarato lo stato di emergenza per gli incendi che stanno devastando la California meridionale: “La dichiarazione dello stato di emergenza impone a tutti i piu’ importanti dipartimenti della citta’ di fare tutti i passi necessari per proteggere le persone e le cose nell’area affetta dalle fiamme e questa dichiarazione chiede anche al governatore di dichiarare un’emergenza affinche’ possano essere forniti aiuti statali e federali“.

Il sindaco Eric Garcetti ha avvertito gli abitanti di prepararsi a evacuare, soprattutto quelli di Sylmar e Lake View Terrace, i due quartieri più vicini a uno delle aree in cui si è sviluppato l’incendio: “Ci attendiamo condizioni meteo simili per i prossimi cinque giorni, anche se questo è il giorno più intenso“, ha spiegato. Anche i comuni sulla costa, tra cui Santa Monica e Santa Barbara, sono stati interessati dagli incendi: la qualità dell’aria è pessima e i residenti restano chiusi in casa per evitare di respirare direttamente il fumo.