Incendi, il sindaco di Grosseto: “E’ una guerra, servono Esercito e Aeronautica” [GALLERY]

Incendi, il sindaco di Grosseto: "Quella che dobbiamo combattere è una guerra e dobbiamo avere le armi adatte per vincerla"

L’emergenza è conclusa ma quello che Marina di Grosseto ha dovuto sostenere” ieri è stato “enormemente drammatico“. “L’impegno del Comune è stato pronto ed efficace, con oltre 50 unità coinvolte“. Lo ha detto il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, a proposito dell’emergenza incendi di ieri, ipotizzando l’origine dolosa per il rogo di Marina di Grosseto. Da oggi “saremo al lavoro per alzare ulteriormente l’asticella dell’attenzione. Dobbiamo istituire un sistema integrato di sicurezza con tutti i soggetti interessati e coinvolgere necessariamente altre parti dello Stato, come l’Esercito e l’Aeronautica“, osserva il sindaco. “Perché quella che dobbiamo combattere è una guerra e dobbiamo avere le armi adatte per vincerla – sottolinea Vivarelli Colonna – Dobbiamo difendere l’incolumità delle persone e la bellezza del nostro territorio da questi terroristi tanto stupidi quanto scellerati“.