Incendio Agordo, a Taibon situazione ancora critica: gli evacuati non possono tornare a casa, “unica soluzione sarà la pioggia”

Incendio Agordo, a Taibon gli evacuati non possono ancora tornare a casa: si confida nella pioggia del weekend

Tre elicotteri al lavoro per versare acqua sulle fiamme e squadre a terra per estinguere i piccoli focolai che ancora bruciano. E’ questa la situazione, nella fase di contenimento, per il vasto incendio che ha interessato la valle di San Lucano nel comune di Taibon (Belluno) nell’Agordino. Il sindaco del piccolo comune, Silvia Tormen, ha effettuato una ispezione stamane mentre sul posto e’ presente anche l’assessore veneto alla Protezione civile Giampaolo Bottacin e si e’ in attesa della visita del sottosegretario all’Ambiente Vannia Gava. “Purtroppo – rileva Tormen – la zona impervia permette solo di ‘colpire’ dall’alto e per questo aspettiamo la pioggia prevista per sabato, mentre ci stiamo attrezzando perche’ se l’acqua e’ un bene contro l’incendio possono esserci problemi per le frane. Per questo, ad esempio, abbiamo avviato lavori per la viabilita’ alternativa ad uso degli operatori lungo le strade silvo pastorali“. “Difficile valutare la situazione in quota per il troppo fumo – aggiunge – e proprio questo e le condizioni meteo hanno consigliato di lasciare a terra a Venezia l’elicottero Ericcson, mezzo specializzato per gli incendi“. “Resta valida l’ordinanza che chiude l’accesso alla valle – prosegue – compresa la parte che ha portato a evacuare alcune abitazioni. Per gli sfollati sono previste pero’ due ‘finestre’ temporali giornaliere per raggiungere le proprie abitazioni e prendere il necessario“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...