Vasto incendio nel Pisano: 700 evacuati tra Calci e Vicopisano, “non ci sono né morti né feriti” [GALLERY]

Enorme incendio nel Pisano: le scuole di Calci e Vicopisano resteranno chiuse anche domani

La Regione Toscana emanerà un decreto di stato d’emergenza regionale con 200 mila euro stanziati nell’immediato per i Comuni interessati dall’incendio che dalla notte scorsa sta divampando sul versante pisano del monte Serra: lo ha annunciato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a Calci (Pisa), il presidente della Toscana Enrico Rossi.

I sindaci dei Comuni interessati hanno reso noto che le scuole di Calci e Vicopisano resteranno chiuse anche domani. Per quello che riguarda i giorni seguenti – ha aggiunto il sindaco di Calci – la riapertura sarà valutata a seconda dell’evoluzione dell’incendio.

Qualche casa risulta bruciata“, ma “non ci sono ne’ morti ne’ feriti: ci sono tre intossicati di cui uno in ospedale“, ha spiegato il presidente Rossi. “Se non ci sono morti e feriti a tutto il resto si rimedia“. “Ieri sera siamo intervenuti subito con 180 unita’ antincendio della Regione Toscana e 50 della Protezione civile, abbiamo dovuto svegliare le persone di notte per portarle via dalle loro case. Alcuni sono in centri di accoglienza, altri presso parenti. Era necessario per la loro sicurezza”. “Bisogna domare o contenere velocemente l’Incendio perche’ dal pomeriggio, dalle ore 17.00, le previsioni meteo prevedono un’intensificazione della velocita’ del vento, dagli attuali 16 km/h circa a 25 km/h con raffiche fino a 50 km/h“.

Circa 700 gli sfollati tra i comuni di Calci e Vicopisano (Pisa).