Isola nei Conigli: un autentico paradiso terrestre [GALLERY]

L’Isola dei Conigli, sulla costa sud/ovest di Lampedusa, è un autentico paradiso terrestre di straordinaria bellezza. Ecco la sua storia

L’Isola dei Conigli, situata sulla costa sud/ovest di Lampedusa, è un’isola italiana appartenente all’arcipelago delle isole Pelagie, in Sicilia. L’isolotto, di appena 4,4 ettari, si trova all’interno di una baia eletta dagli utenti di TripAdvisor la spiaggia più bella al mondo nel 2013, oltre che d’Europa e d’Italia nel 2014 e 2015. In una natura incontaminata, fiore all’occhiello della Riserva Naturale Orientata “Isola di Lampedusa”, gestita sin dal 1995 da Legambiente, è un autentico paradiso terrestre, con sabbie finissime e dorate, acque cristalline, scorci di infinita bellezza. Regno del gabbiano reale, che qui nidifica, e di una particolare specie di lucertola, la Psammodromus algirus, ha un nome che vanta origini controverse. In una carta dell’ammiraglio Smith, datata 1824, si legge per la prima volta “Rabit Island” mentre nelle cartografie successive, tale toponimo viene impropriamente tradotto dall’inglese Rabbit (coniglio). Più verosimile appare la sua derivazione dall’arabo rabit (legame), in riferimento all’istmo sabbioso di circa 30 metri che si forma raramente, con bassissima marea, tra l’isolotto e la costa, colllegandole effettivamente l’una all’altra. Secondo altri l’origine del nome è dovuta al fatto che, molti anni addietro, una colonia di conigli raggiunse l’isolotto proprio nel momento in cui esso era collegato alla terraferma. Tutta la baia dell’Isola dei Conigli è un’importante stazione di sosta per uccelli migratori che vi fanno tappa ad aprile e settembre e uno dei pochi siti accertati di ovodeposizione dlla tartatura marina Caretta Caretta rimasti in Italia. Poco prima di arrivare sulla spiaggia dell’Isola dei Conigli, proprio nel cuore della baia, quasi nascosta in un vallone, si trova la villa di Domenico Modugno a Lampedusa, della quale era fortemente innamorato, tanto da trascorrervi gli ultimi momenti di vita, coniando il termine “piscina di Dio” in riferimento al mare cristallino che bagna questo incantevole luogo.