La magia e l’incanto delle stelle cadenti nei cieli europei [FOTO]

Per un’altra notte di stelle cadenti senza Luna dovremo aspettare 3 anni, ci sarà soltanto nell’agosto 2018

Le Perseidi hanno incantato il pianeta nella notte tra il 12 ed il 13 agosto, quando cioè era previsto il picco della loro attività: questi residui della disintegrazione della cometa Swift-Tuttle, danno luogo a scie luminose estremamente caratteristiche. Il nome è determinato dalla posizione del radiante, il punto sulla volta celeste dal quale sembrano provenire le meteore, in questo caso nella costellazione del Perseo.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Vengono comunemente indicate come “Lacrime di San Lorenzo” perché nel XIX secolo il massimo della loro frequenza avveniva il 10 agosto, giorno in cui viene ricordato il santo, ma ai giorni nostri il massimo si è spostato in avanti di circa due giorni.

Per vedere nuovamente qualcosa di simile bisognerà aspettare 3 anni. Un’altra notte di stelle cadenti senza Luna ci sarà infatti soltanto nell’agosto 2018. Perciò occhi al cielo nelle notti a venire: lo sciame, già in parte visibile dallo scorso 17 luglio, resterà attivo fino al 24 agosto.

Questo slideshow richiede JavaScript.