La tecnologia Quantum Dot dei QLED TV di Samsung per una qualità d’immagine superiore

I nuovi QLED TV di Samsung portano la tecnologia Quantum Dot a un livello superiore, migliorando la purezza della luce, la stabilità dell’immagine e l’ampiezza dello spettro colore

I nuovi QLED TV di Samsung – si apprende – portano la tecnologia Quantum Dot a un livello superiore, migliorando la purezza della luce, la stabilità dell’immagine e l’ampiezza dello spettro colore. Con il nuovo Quantum Dot a nucleo metallico, Samsung ha puntato su una tecnologia che garantisce una qualità d’immagine senza precedenti, e che sfrutta la luce per ottimizzare i quattro elementi che determinano la qualità dell’immagine: il colore, il contrasto, l’HDR (High Dynamic Range) e l’angolo di visione.

  1. Q-Color

Il colore deve essere fedele a quello che vediamo nella realtà. I colori dipendono dalla qualità della luce, e se questa non è “bianca”, “pura” e “neutra” può alterare i colori. Una luce neutra, invece, riproduce colori fedeli alla realtà. Il QuantumDot garantisce che i colori espressi dal pannello dei QLED TV riproducano il 100% del volume colore e siano allineati e fedeli a quelli degli standard cinematografici (spazio colore denominato DCI-P3, tipico degli standard cinematografici).

  1. Q-Contrast

Anche il contrasto è condizionato dalla luce. Il contrasto è la differenza tra il nero e il bianco, tra l’assenza di luce, e la luce nel suo massimo splendore. Esso rappresenta le sfumature di grigio che enfatizzano al massimo le immagini. Quando si riesce a modulare e governare al meglio la luce, si ottengono più sfumature, e quindi migliori dettagli e contrasti. IlQuantum Dot di Samsung, lavorando molto sulla luce, può vantare un contrasto doppio rispetto a qualsiasi altro TV in commercio.

  1. Q-HDR

Questa caratteristica è relativa alla quantità di luce. L’HDR (High Dynamic Range) sfrutta l’alta luminosità del pannello per ottenere e vedere particolari e dettagli sia nelle zone scure, sia in quelle chiare contenute nell’immagine e che un pannello tradizionale non può mostrare. Il pannello Quantum Dot di Samsung, per le serie Q7 e Q8, può vantare 1500 nit (candele a metro quadrato) che permettono di mostrare molti più particolari dell’immagine, apparentemente nascosti, e sfruttare al massimo la tecnologia HDR. Questa si esprime al meglio in base alla quantità di luce che è in grado di emettere il pannello, mostrando così particolari e immagini più dettagliate.

  1. Q-Viewing Angle

I TV normalmente garantiscono una visione anche a 178°, ma solitamente da questa angolazione diminuisce la qualità dell’immagine, che perde contrasto e tono di colori, dato che la diffusione laterale di luce è inevitabilmente inferiore a quella emessa frontalmente. Il Quantum Dot dei QLED TV di Samsung è dotato di una tecnologia capace di diffondere la luce e tutte le sue componenti in tutte le direzioni e in maniera uniforme. Pertanto, rispetto a un pannello tradizionale, il pannello dei QLED TV assicura una qualità d’immagine eccellente da qualsiasi angolo di visione.