Lo spettacolo dei Monti Picentini dopo le grandi piogge di questa stagione: è la più grande riserva idrica del Sud [FOTO]

Sui Monti Picentini la più grande riserva idrica del Sud Italia: solo a Marzo 500mm di pioggia

Il mese di marzo 2018 si conceda con accumuli di pioggia mensile over 400/600mm tra i monti della Campania occidentale. La ricchezza di acque dolci della zona alimenta intere regioni del Sud, dalla Campania alla Puglia. In particolare i monti Picentini sono definiti come i santuari dell’acqua per la ricchezza di acqua che vi sgorga… dal Terminio, ai monti Mai, da Acerno a Caposele con acquedotti che raccolgono le acque e le portano in Puglia o a Napoli (acquedotto di Serino) e in altre grandi città. Ci immergiamo ora tra le innumerevoli sorgenti di Calvanico (Sa), un paese fra i Picentini Occidentali. Sul territorio comunale si contano innumerevoli sorgenti di acqua purissima che creano tante cascate, quali quella dello Sguruillo, Gradone, Tagliata, Risciole, Brecciarella, ma anche laghetti profondi oltre 3 metri come “a Peschera” che presenta specie acquatiche di acqua dolce. In paese si contano almeno 5 mulini ad acqua che in passato funzionavano e sfruttavano a piena l’oro blu della zona. Ora gran parte dell’acqua è raccolta in acquedotti e rifornisce le abitazioni del paese, l’acqua è così pura che in estate si organizzano manifestazioni in località (mulini) per far giocare i bambini in acqua, ma ci sta anche chi con un bicchiere si disseta direttamente dalla cascata.